Situazione tragica ma non seria (in due quadri)
13 Febbraio 2020
È sempre una corsa. Lucio interviene sulla disaffezione agli ippodromi
15 Febbraio 2020
Mostra tutto

12 febbraio: 122 spettatori in ippodromo

Questo dato è stato lanciato dalle agenzie di stampa ippiche, analizziamo i perché veri e ipotetici di questa situazione:

Realtà 1 il 12 febbraio 2020

Ippodromo di Happy Valley Hong Kong
Record sui mille metri 56,11sec
Solo 122 spettatori presenti.
Causa: rischio contagio corona virus vietato accesso al pubblico

Realtà 2 il 12 febbraio 2020

Ippodromi vari italiani (i nomi degli ippodromi in funzione sono superflui perché anche cambiando i fattori, il risultato non cambia):
Corse anonime tecnicamente.
Media spettatori presenti 150.
Causa: usuale desertificazione ippica italiana per gestione fallimentare pluriennale.

Il dramma è che, quasi sicuramente a Hong Kong risolveranno prima il problema, pur in presenza di una minaccia seria e grave alla salute, il pubblico ritornerà mentre in Italia l’eventuale partenza della riforma dell’ippica dovrà superare ostacoli insormontabili quali l’indecisione politica, l’accaparramento ministeriale e il terrore del libero mercato di una buona parte della filiera ippica.
Gli esperti, se vorranno, faranno poi il confronto sul totale delle scommesse effettuate fuori dagli ippodromi di Hong Kong e italiani.

Per la riforma confidiamo nel “Collegato Agricolo” sperando che oltre all’agricoltura sia collegato al buon senso e al rilancio dell’ippica.

RedBlack

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *