RISOLTO IL PROBLEMA DEI BOX DI TARANTO: ECCO IL COMUNICATO CIGA
5 Gennaio 2021
AAA TRASPARENZA CERCASI
6 Gennaio 2021
Mostra tutto

A PIERO (tributo a Piero Celli)

A PIERO

So passati tanti anni da quer giorno

Che ai cavalli me vedesti ronza’ intorno

Me prendesti piano piano  in simpatia

Per la mano m’hai condotto per la via

M’hai insegnato de lunghezze e de categorie

De sto monno e de le sue diavolerie

È per te che me so tanto appassionato

Dalle corse nun me so piu distaccato

Era bella la tua voce su dar tetto

Che me dava adrenalina drento ar petto

Se perdevo giù correvi a damme core

Se vincevo il tuo strillo da tenore

Quante chiacchiere de giorno e alla sera

Fosse inverno, estate o primavera

Na certezza m’hai donato senza se

Colle Papa tu l’hai amata quanto me

Questo er segno del tuo grande cuore

Cui rispondo VIVA PIERO con amore

Ora nun me devi lascia’ solo

Tu li spigni e li puledri vanno in volo

E se vinco corto muso o incollatura

Tu di’ sempre che ho vinto de na dirittura

Su ner cielo trovi Mauro e pure Lollo

Che te sanno illumina’ su sto tracollo

Tutti insieme e con grande cognizione

Date pure a noi mortali la lezione

Ma che sia precisa e pur severa

Che tra poco ricomincia Primavera

Oggi è giorno triste c’hai lasciato

Un vuoto grande che non può esse colmato

A Pie’ er gioco bello sai qual’e”?

Prima o poi vengo a sedemme accanto a te

Dalla parte giusta dell’orecchio bono

Sennò vincente nun ne pio uno

Questa e’na filastrocca o se vuoi un diario

Fatta co tutto er core dar TUO amico Mario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *