Il Duomo a rischio
26 Novembre 2019
Due parole, due fatti e due riflessioni
28 Novembre 2019
Mostra tutto

Abbiamo il tandem che si occuperà dell’ippica

Prima riunione al Mipaaf del nuovo corso. 

Il punto di partenza certo è che si sono svelati gli interlocutori “politici” con cui la filiera ippica dovrà confrontarsi nei prossimi mesi:
– il sottosegretario L’Abbate
– il vice capo di gabinetto vicario on. Capone

Quindi un “tandem”, se gli interessati mi passano il paragone, che dovrà pedalare per cercare di far risalire l’ippica.
Un “tandem” formato dai due partiti di governo che avranno poi, a quanto pare, la supervisione della Ministra.
Molti argomenti trattati ma di fatto nessuna novità di rilievo se non cose già dette:
– pagamenti: forse succederà qualcosa ma fino alla fine della finanziaria non si saprà nulla
– scommesse: ribadito il non peso del Mipaaf, sottolineiamo non la “non competenza”, ma lo scarso peso a discutere con il Mef/Monopoli
– apertura a nuovi tavoli di confronto
– la scoperta dell’acqua calda: si dovrebbero esternalizzare alcune funzioni. 

Concludendo, rispetto all’anno passato la squadra “politica” sembra essere di uno spessore enormemente superiore e si può coltivare la speranza che i tavoli di lavoro non si concludano come l’ex Task Force ingaggiata per firmare cose già decise altrove. 

Ultima annotazione, una verità lapalissiana esposta dal Direttore: non servono sopralluoghi negli ippodromi per valutare lo stato delle piste da parte del Ministero dal momento che ci sono già presidenti di giuria e capo commissari (nominati dal ministero) preposti anche a questa funzione! Quindi esistono dei responsabili che devono svolgere il proprio lavoro, che lo facciano

È se risultassero lampanti delle manchevolezze il loro coordinatore dovrebbe intervenire!
Ma chi controlla i controllori

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *