Strani giri… di pista. Celin denuncia il caso “Breda”
2 Dicembre 2019
Perché ci sono le corse dei cavalli? Abate nuovo Capo dipartimento, toto nomine per il posto di Direttore Generale
3 Dicembre 2019
Mostra tutto

Anche il Duomo si colora di giallo con Arazi Boko

GRAN PREMIO DUOMO G. 1 Mt. 1600 E. 110.000

1°     1   ARAZI BOKO                           A. GOCCIADORO     16.9
2°     8   ULA RISAIA TRGF                  A. GREPPI                17.1
3°     4   POCAHONTAS DIAMANT     A. DI NARDO            17.6
4°     5    TRILLO PARK                         E. BELLEI                  17.6
5°     7    POSEIDON BAR                     A. BAVERESI            18.4

Che dire! Purtroppo l’ippica italiana è anche questa.
La cifra tecnica della corsa è in quel 16.9 fatto segnare da Arazi Boko, lontano anni luce dal 10.5 di Urlo Dei Venti. Non ha certo colpe il figlio di Varenne che anzi ha fatto alla perfezione quello che doveva fare, andare davanti a tutti costi nella consapevolezza che su quella pista sarebbe stata la mossa vincente. Così è stato.
Impossibile avventurarsi all’esterno. Ci hanno provato Pantera Del Pino e Ua Huka, come era prevedibile senza alcun risultato. Sono andati invece all’incasso quelli che non hanno perso l’occasione di scendere alla corda dietro Arazi.
Si chiude così per il dodicenne portacolori di Leonardo Cecchi un anno che lo ha visto trionfare in tutti i gran premi ai quali ha partecipato ad eccezione del Freccia e del Palio dei Comuni nei quali si è piazzato al secondo posto. 

Fral

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *