Dialogo tra sordi
19 Gennaio 2020
Speranza, certezza, contrasti e proroghe
22 Gennaio 2020
Mostra tutto

Avanti un altro

Questa settimana si affronterà il problema dei pagamenti dei premi, a dir la verità non sappiamo se il problema verrà messo sulla via della risoluzione ma un primo passo è meglio di niente.
Ora dovrà toccare agli ippodromi.
Alcune cose sono sempre le stesse, come capita da molto tempo si inizia l’anno senza nessun contratto sottoscritto.
È sorprendente che gli stessi ippodromi abbiano chiesto una proroga del decreto 2019 non sapendo, come avevamo già anticipato, che è impossibile.
Questo concetto è stato chiarito in televisione, al limite si potrà  avere una anticipazione di fondi, anche se non si capisce su quali basi.
Si dovrà ricominciare a riscrivere il decreto 2020, speriamo su qualche base seria.
Certo peggio del 2018 e 2019 sarà impossibile.
Speriamo che i parametri scelti siano in qualche modo correlabili con servizi da erogare e quindi remunerabili in modo comprensibile.
Siamo sempre di fronte  a delle pezze messe su una barca che fa acqua da tutte le parti e che dovrebbe essere ristrutturata completamente.
Aspettiamo, del resto dopo l’assente Martina, il marinaio (come promesse) Castiglione, il 100% Centinaio e i suoi consulenti “ignoranti” (nel senso che ignoravano i principi base dell’ippica) vedremo in quale categoria classificheremo gli attuali inquilini.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *