Montepremi 2021, assalto al treno
6 Luglio 2020
L’ippica è ripartita. Pagamenti solita presa in giro
8 Luglio 2020
Mostra tutto

Blé du Gers su Zarenne Fas domenica a Jarlsberg

di Historicus

Dopo l’Oslo Grand Prix tre settimane prima a Bjerke, Blé du Gers ha vinto anche l’altra prova per i Free For All in Norvegia imponendosi domenica a Jarlsberg nell’Ulf Thoresen Grand International (NOK 520.000, metri 2100, Gruppo I), disputato con 200 spettatori in tribuna, il massimo consentito dalle disposizioni attualmente in vigore in Norvegia.
In rottura poco dopo lo stacco Floris Baldwin, imitato poi da Ferrari B.R. e da Tsunami Diamant, Evil Enok  M.E. ha superato Madelen L.T.C. al termine della prima curva, con Blé du Gers, controfavorito, allo scoperto seguito dal favorito italiano Zarenne Fas e da Looking Superb, che ha mosso in terza ruota, avanzando a sostituire allo scoperto il compagno di training (Frode Hamre) francese dopo 800 metri, provando a premere sul battistrada, il quale ha però risposto; ha poi rotto Madelen L.T.C. e Tsunami Diamant ha galoppato di nuovo; il battistrada è arrivato al chilometro in 1.12.3 e ai 700 finali ha mosso Blé du Gers, seguito da Zarenne Fas e più a distacco da Floris Baldwin, per prendere la meglio al termine della dirittura opposta; in retta d’arrivo Zarenne Fas ha potuto solo ridurre il suo svantaggio, concludendo a 1 lunghezza e ½ da Blé du Gers (Quinoa du Gers-Moorea, da Baccarat du Pont), affidato questa volta a Vidar Hop, 1.11.8 e 1.11.9 rispettivamente, ultimi 500 da 1.09.1; il sorprendente outsider Floris Baldwin ha difeso la terza posizione da Ferrari B.R. e Lionel, tutti da 1.12.8, mentre Gretzky B.R., 1.13.2,  ha completato il marcatore.
Per il 9 anni castrone, terza vittoria in 5 corse finora disputate nel corso di questa campagna nel Nord Europa.

Generaal Bianco su Velvet Gio sabato ad Halmstad

Sabato ad Halmstad, su pista bagnata dalla pioggia, esito a sorpresa nella Gulddivisionen (SEK 409.500, metri 2140) della settimana in Svezia.
In rottura ancor prima dello stacco Very Kronos, tra i più attesi, Generaal Bianco ha difeso la corda e ha poi dato via libera al favorito Velvet Gio al termine della prima curva, mentre il controfavorito Cyber Lane, che pure aveva fatto partenza, è sceso quarto in corda dietro anche Ragazzo da Sopra, lasciando così allo scoperto Stepping Spaceboy (Scuderia Santese), seguito in seconda corsia dal norvegese Ghazi B.R. e dall’americano Milligan’s School; dopo i primi 500  da 1.11.5, l’italiano è transitato al chilometro in 1.15.3 e prima dei  700 finali ha mosso in terza ruota Ghazi B.R., seguito da Milligan’s School, mentre Cyber Lane ha dovuto subire la rottura del calante Stepping Spaceboy ai 400; poco dopo Generaal Bianco (Ufo Kievitshof-Zaskia Fortuna, da Coktail Jet), con Peter Untersteiner, ha trovato spazio per liberarsi tra Velvet Gio e Ghazi B.R. ed ha preso la meglio negli ultimi metri tagliando il traguardo a media di 1.12.7, con 2 lunghezze di vantaggio su Velvet Gio, avvicinato da Cyber Lane, finito forte al largo di tutti, 1.12.9 per entrambi. Alle altre piazze Milligan’s School (1.12.9), Ghazi B.R. (1.12.9), Hard Times (1.13.1) e Ragazzo da Sopra (1.13.1).
Per il 7 anni castrone, di nascita e di proprietà olandese, prima vittoria in 6 corse, quest’anno 16ª della carriera in 57, con vincite salite a SEK 3.759.221.
In un’eliminatoria della Klass I (SEK 227.000, metri 2140), l’italiano Unoicsdue Gnafa’ (Goetmals Wood-Minuit, da Daguet Rapide), netto favorito con in sulky Björn Goop, ha superato in 450 metri scarsi Farlander Am, ha trottato il chilometro in 1.13 (dopo i 500 iniziali da 1.08.4) e ha concluso in largo vantaggio sullo stesso, 1.11.7, suo nuovo record sulla distanza, e 1.12.4 le rispettive medie.
Per il 7 anni della Gnafa’ è stato il secondo successo a seguire in 3 uscite per il training di Björn Goop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *