Caro Ministro, se c’è batta un colpo. Bel Avis e J.M. Bazire sbancano Napoli
2 Maggio 2019
Programmazione: Mario Minopoli interviene a gamba tesa
4 Maggio 2019
Mostra tutto

Brevi riflessioni su un’ippica che ormai ha poco da dire

Una breve riflessione sulla tanto cercata “unità ippica”.
In Italia non esiste settore produttivo che sia rappresentato da un unico soggetto che possa comprendere tutte le varie componenti di un comparto.
Esistono più sindacati, più componenti imprenditoriali, anche in agricoltura non esiste un soggetto unico di interlocuzione con il ministero, anche i giudici hanno più sigle di rappresentanza, difesa dei consumatori, medici e via discorrendo, ogni settore è composto di più voci spesso discordanti.
Il solo periodo storico in cui ogni settore aveva un solo rappresentante è stato durante il fascismo con le corporazioni, non è un buon precedente.
Solo all’ippica è richiesta la rappresentanza unica. Perché?
La normale dialettica, anche con toni forti è ben accettata in tutti i settori produttivi, mentre nell’ippica, oggi, è vista come il male assoluto. Perché?
Certo un controllo sul “valore” reale di alcune realtà associative sarebbe utile…ma non viene fatto. Perché?
Molte associazioni sebbene riconosciute sono “dimenticate” dal Ministero. Perché?
Da dove viene questa improvvisa necessità di avere una sola controparte?
Difficoltà ad avere un contraddittorio?
Volontà di avere al tavolo solo chi dirà sempre sì?
Paura di non essere all’altezza di una discussione?
Ai posteri l’ardua sentenza.

A proposito di trasparenza, ieri 2 maggio sul web, un signore, che non fa parte della Task Force e ancora prima che sia terminata la raccolta dei questionari, rende noto i risultati sul metodo di pagamento dei premi: gli ippici sarebbero contro AGEA.
Siamo seri o nella Repubblica delle banane che “estranei” hanno accesso a dati riservati inviati a una commissione ministeriale?
Come hanno avuto questi dati?
Il dubbio che tutto sia stato già deciso e che stiamo assistendo a una cattiva recita di avanspettacolo è molto forte.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *