Ferragosto ippico vuol dire G.P. Città di Montecatini. Interviene il sig. Celin
15 Agosto 2019
Al San Paolo di Montegiorgio Gran Premio Marche e Gran Premio Basilio Mattii
18 Agosto 2019
Mostra tutto

Destino cinico e baro. Arazi Boko conquista la città di Montecatini

L’inventore di questa affermazione è stato l’onorevole Saragat in occasione di una elezione politica andata male dato che non riusciva a spiegarsi tale sconfitta. 
Ora questa spiegazione calza perfettamente per la sovrapposizione del derby di trotto con il derby della capitale. 
Il tutto ha acceso una polemica sul web, e la solita claque ministeriale si è scatenata contro chi faceva presente la necessità di cambiare ed evitare la sovrapposizione. 
È ovvio che la data del derby di trotto era stata già decisa e la partita è arrivata dopo, comunque in un mondo normale si sarebbe deciso immediatamente il cambio. 
Ma non siamo in un mondo normale e anche i giornalisti che hanno scritto di questo sono stati “aggrediti” via Facebook. 
Quindi poiché non è possibile criticare possiamo solo prenderla con il destino cinico e baro che complotta per non far risaltare il lavoro degli unti del Signore che sarebbe ottimo se appunto non ci fosse il destino cinico e baro ad ostacolarli.

RedBlack

Notizia

Il capo dipartimento Andrea Comacchio è stato nominato direttore generale di Agea.
Dovrebbe mantenere anche l’incarico di Capo Dipartimento al Mipaaft. 
Comunque auguri per il nuovo incarico.

Arazi Boko fa valere la legge del più forte e si aggiudica 67^ Gran Premio Città di Montecatini

G.P. CITTA’ DI MONTECATINI I batteria Mt. 1640 E. 14.300

1°     3   SONIA                           René LEGATI                     12.1
12°   9   COKSTILE                   A. DI NARDO                      12.3
3°     4   URAGANO TREBI’     R. VECCHIONE                   12.3
4°     8   TINTO                          A. FAROLFI                         12.3
5°     6   VICTORIOUS MEN     R. ANDREGHETTI             12.3

Sonia come da pronostico si aggiudica la prima batteria del Città di Montecatini. La portacolori della Indal allenata da Alessandro Gocciadoro e interpretata dal proprietario René Legati in partenza sull’errore di Attack Diablo respinge Uragano Trebi’ che deve adeguarsi quarto in corda dietro Trillo Park e Victorous Men. Dopo una prima frazione lenta per non farsi coprire da Coktile muove Uragano che va a gravitare sulla battistrada. Così fino in retta d’arrivo dove Sonia si afferma in un niente male 12.1 lasciando gli altri a lottare per le piazze che vanno nell’ordine a Cokstile, Uragano Trebi’, Tinto e Victorius Men finiti tutti quasi sulla stessa linea in 12.3.
I primi quattro accedono alla finale mentre Victorious Men deve sperare di aver fatto segnare il quinto miglior tempo.

 G.P. CITTA’ DI MONTECATINI II batteria Mt. 1640 E. 14.300

1°     3   DEIMOS RACING        E. BELLEI                   12.3                
2°     9   PANTERA DEL PINO René LEGATI             12.3 
3°     4   SANTIAGO DE LEON R. VECCHIONE         12.4          
4°     7   ARAZI BOKO               A. GOCCIADORO     12.6      
5°     1   SHOWMAR                  A. GUZZINATI          12.6            

Come nelle previsioni sfila al comando Very Good Zs mentre si elimina subito Super Star Reaf. Svelto al via anche Deimos Racing che Enrico Bellei sistema secondo alla corda davanti a Showmar seguito da Arazi Boko. Nulla muta fino al passaggio davanti alle tribune dove sposta Deimos Racing per andare in pressione su Very Good seguito da Santiago De Leon. All’imbocco dell’ultima curva Deimos Racing  ha ragione del battistrada e in retta d’arrivo deve tenere a rispetto una sorprendente Pantera del Pino che finisce molto forte. Terzo ancora un generoso Santiago De Leon. Più indietro andando per buchi chiude al quarto posto guadagnandosi l’accesso alla finale Arazi Boko che era rimasto ingabbiato alla corda fino agli ultimi duecento metri. 

G. P. CITTA’ DI MONTECATINI G. 1 Mt. 1640 E. 154.000

1°     6   ARAZI BOKO               A. GOCCIADORO        12.6
2°     4   PANTERA DEL PINO  G. LOMBARDO Jr       12.7
3°     1   DEIMOS RACING        E. BELLEI                     12.7
4°     2   COKSTILE                   A. DI NARDO                12.9
5°     7   URAGANO TREBI’      R. VECCHIONE            12.9

Arazi Boko fa valere la legge del più forte e si aggiudica 67^ Gran Premio Città di Montecatini. Dall’estremità dell’ala parte a tutta avendo all’interno la veloce Pantera Del Pino e nel tentativo di passarla all’imbocco della curva rompe ma si rimette al volo per presentarsi sulla stessa portacolori della Indal che lo lascia sfilare. A quel punto va via a passo spedito sotto la pressione di Victorious Men. Terzo alla corda Deimos Racing più indietro Cokstile e Uragano Trebi’ mentre Sonia da subito l’impressione di essere in difficoltà.
Bello il finale con Alessandro Gocciadoro impegnato a sostenere il figlio di Varenne che si afferma piuttosto nettamente su una ancora una volta encomiabile Pantera Del Pino. Terzo con qualcosa da recriminare chiude Deimos Racing davanti a Cokstile e Uragano Del PIno.

Fral      

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *