Vita dura per gli ippici: oltre il caldo gli obbrobri del Mipaaft
1 agosto 2018
Scommesse e ricavi: comparazione al 31-07
3 agosto 2018
Mostra tutto

Diversi ippodromi, diversi stati d’animo

Milano
Rimpianti per un impianto cinicamente sacrificato sull’altare della speculazione edilizia, per ripianare i conti dissestati, oggi molto limitati dalla sentenza del TAR. Nessuna comprensione per chi ha barattato un impianto storico con un ippodromo di campagna nella metropoli.

Palermo
Speranza di una ripartenza con tanta passione e speriamo in assoluta trasparenza.

Roma
Inquietudine per un futuro che a oggi è ancora nebuloso e senza certezze per un futuro sereno.

Follonica
Imbarazzo per la non autorizzazione delle corse dei cavalli Arabi in un ippodromo autorizzato e inserite in un calendario decretato dal MIPAAFT, non era mai successo nella storia ippica italiana. La gravità della non determinazione del montepremi del sella è un fatto che rivelerà nella sua importanza nel prossimo futuro.

Tutti gli ippodromi
Disperazione per i mancati pagamenti, domani chiude l’UCB e tutti sperano che possa fare un’eccezione la settimana prossima per i bonifici delle società di corse. Ma le schede da sottoscrivere non sono state spedite e le fatture non ancora emesse.

A proposito di “ultimi giapponesi” ne è stato individuato un altro e a chi si felicitava ed esultava per la conferma di tutti i dirigenti degli uffici ippici per i buoni risultati (quali, i pagamenti? La conduzione tecnica?) facciamo notare che ne è rimasta solo una, la dott.sa Mastromarino dopo la scelta della dott.sa Finizio e dott. Bittini di andare in altra sede.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *