La fuga riuscita. Addio a Alessandro Ferrario
12 Luglio 2019
Vergogna! Il Società Terme 2019 risplende d’Argentovivo
14 Luglio 2019
Mostra tutto

Dopo accorati appelli a un Ministero sordo gli operatori campani si affidano alla Protezione animali. Al Sesana si inizia con Società Terme

Riportiamo il testo di una mail inviata al Capo nucleo dell’Ente Protezione Animali e per conoscenza ai responsabili del Ministero e all’Ippodromo di Pontecagnano:

Gentilissimo Sig. Albero (Capo nucleo ente protezione animali)
I rappresentanti dei Guidatori e Allenatori Campani, avvisano che in data 16/07/2019 si effettueranno le corse al Trotto all’Ippodromo Valentinia di Pontecagnano alle ore 18:05.
Orario estivo di località balneare, ed è assurdo pensare che saranno trasportati (N.B. normativa europea per trasporto animale) nelle ore più calde, perché da regolamento bisogna arrivare 2 ore prima della corsa da effettuare, ma soprattutto dopo una perdita di tanti liquidi (disidratazione) a causa del trasporto e dell’allenamento pre-gara, dovranno affrontare lo sforzo maggiore della competizione, non prendendo minimamente in considerazione le richieste fatte per email dai sottoscritti a partire dalla data del 23/06/2019 (sia al MIPAAFT che all’ IPPODROMO VALENTINIA di PONTECAGNANO) di non effettuare le corse in orari pomeridiani, per il benessere umano ma soprattutto animale (dei nostri amati cavalli-atleti fonte vitale ns e delle nostre famiglie.
In Attesa di un vostro intervento per salvaguardare soprattutto i ns animali (CAVALLI-ATLETI)
Salutiamo Cordialmente

I rappresentanti dei Guidatori e Allenatori
Marcello Vecchione
Mario Minopoli jr
Raffaele D’Alessandro
Luca Fierro

Questo fatto e molti altri segnalati nei giorni scorsi sottolineano ancora di più quanto diciamo da molto tempo, cioè che non conta proclamare ai quattro venti come un risultato ottenuto l’emanazione di un calendario annuale quando poi questo viene rimaneggiato di continuo, il montepremi può essere decretato solo mensilmente e le storture sono  denunciate da tutta la filiera.
La pietra tombale sull’ennesimo risultato sbandierato come raggiunto, mentre la trista realtà dei fatti è la perdita giornaliera di 35mila euro di risorse ippiche.
Dunque meno hashtag e più fatti concreti, oltre agli applausi della claque ascoltate anche i fischi che sono assordanti.

RedBlack

GRAN PREMIO SOCIETA’ TERME MONTECATINI G. 3 Mt. 2040 E. 40.040

1   ALBATROS JOY             Renè LEGATI
2   AYRTON TREB              A. DI NARDO

3   AREGENTOVIVO          M. MINOPOLI Jr
4   ALRAJAH ONE              E. BELLEI
5   ANTONY LEONE           G. DI NARDO
6   AURT MEDE SM           R. VECCHIONE

7   ALISSA TRIO                 M. STEFANI
8   ADAM KIRBY COL        S. CAPENTI

9   ALCARRO LIGHT           E. BALDI
10  AZTECO DEI GREPPI   V.P. DELL’ANNUNZIATA

Il Società Terme è il primo dei tre tradizionali gran premi dell’estate al Sesana.
Si tratta di una prova sulla distanza per indigeni di tre anni. Dieci al via cinque dei quali sono reduci dal Città di Napoli. Tutti in prima fila i più attendibili.
Ayrton Treb nel recente Città di Napoli una volta in testa si è dovuto adeguare per poi sbagliare all’imbocco dell’ultima curva vittima dello strapotere di Axl Rose e Al Capone Stecca che oggi non sono della partita. Nella circostanza, in un contesto più abbordabile, con il due di pettorale sul tracciato da mezzomiglio di Montecatini a nostro avviso è il cavallo da battere.
Il primo degli avversari è Alrajah One, un figlio di Mahrajah e Mariù venuto avanti per gradi fino a cogliere il terzo posto proprio nel citato Città di Napoli. Alrajah ha fondo e sa finire forte, va dunque da sé che rimanendo a tiro dei primi può rendersi molto pericoloso negli ultimi seicento metri.
Altri soggetti da tenere d’occhio sono i due napoletani Argentovivo e Antony Leone. Il figlio di Varenne e Divine Spark si era presentato al suo primo appuntamento classico, il Città di Napoli, con uno score di sei vittorie e quattro piazzamenti su dieci corse fino allora disputate. Antony Leone invece in fatto di classiche è uno dei più esperti. Essendo un discreto partitore potrebbe andare in posizione e portare a casa un piazzamento.
Obiettivo quest’ultimo alla portata anche di Albatros Joy che cercherà di far tesoro della pole.
Aurt Mede Sm non è proprio l’ultimo arrivato deve però vedersela con il numero a largo della prima fila.
Alissa Trio sfruttando la corda cercherà di non perdere di vista la schiena di Albatros.
Gli altri ci provano essendo di casa.

Fral  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *