Elezioni Anact a rischio! 
28 Luglio 2020
È finito il vinavil. L’Anact cambia vestito
30 Luglio 2020
Mostra tutto

Double Exposure su Cokstile nell’Hugo Åbergs Memorial

di Historicus

Si è risolto in partenza l’Hugo Åbergs Memorial 2020 (Gruppo I, SEK 3.109.000, metri 1609) martedì sera a Jägersro.
Ha rotto ancora dietro l’autostart Blé du Gers e Double Exposure ha scavalcato in 150 metri Cokstile, con Vitruvio che è rimasto allo scoperto non riuscendo a scenderle in scia; verso il termine della prima curva è avanzato dalla quarta pariglia Tae Kwon Deo, affiancando poco prima dell’inizio dell’ultimo giro la battistrada, che ha potuto permettersi un mezzo giro iniziale da 1.10.9; Double Exposure (Donato Hanover-KD. Girl, da Self Possessed) è arrivata al chilometro in 1.10.5, con Vitruvio che ha mosso in terza ruota passati i 600 finali, seguito dal favorito Ecurie D, e ha allungato per vincere nel più facile dei modi a media di 1.09.2, con gli ultimi 500 da 1.06.7 e il chilometro finale in 1.08.5 che non hanno permesso agli altri di avvicinarla, con Örjan Kihlström che l’ha appena richiesta con le redini concludendo con il frustino appoggiato alla spalla. Cokstile (1.09.6), che ha trovato la destra libera sulla rottura di Vitruvio a metà dell’ultima curva, ha battuto Tae Kwon Deo (1.09.8) per il secondo posto, poi Ecurie D (1.10) e Racing Mange (1.10), risalito lungo la corda dopo corsa in terza posizione. Zarenne Fas (1.10.3), quarto in corda sul percorso, ha cercato di seguire Ecurie D, ma è poi tornato all’interno, settimo.
Per la 7 anni americana, che ha sfruttato al meglio la propria velocità in partenza, quarta vittoria in 5 corse quest’anno, 23 ª della carriera in 46, con vincite salite a SEK 7.373.834.
Cokstile è stato ancora una volta encomiabile, Ecurie D poco ha potuto contro il giro finale della Vincitrice, Vitruvio in rottura sull’ultima curva come nella Copenhagen Cup, ha palesato qualche problema nella meccanica..

Önas Prince nella finale Breeders Course

Sempre martedì a Jägersro nel Prix Going Kronos – Breeders Course Second Final (Gruppo II, SEK 1.276.000, metri 1640), Önas Prince è andato subito davanti e Bolero Gar, con il quale condivideva il ruolo di favorito, ha potuto scendere nella sua scia per la rottura sulla prima curva di Philosopher, seguito alla corda da Boltigeuer Erre e Boys Stecca; Bolero Gar e Boltigeur Erre hanno spostato al passaggio (primi 500 da 1.11.3) per anticipare l’avanzata di Armani Degato, che ha poi rinunciato; Önas Prince (Chocolatier-Sobra, da Pine Chip), in sulky il suo trainer Per Nordström, è transitato al chilometro in 1.11.7 e ha staccato a media di 1.11.3 su Kuyt F.Boko (1.11.9), che ha regolato Boltigeur Erre (1.12), il quale aveva spostato passati i 400 finali; quarto ha concluso Bolero Gar (1.12.1) davanti ad Armani Degato (1.12.3), all’olandese Kilimanjaro (1.12.4), mentre Boys Stecca (1.12.6) è calato, ottavo.
Per il vincitore nuovo record,  quinto successo in 7 corse nel 2020, sesto della carriera in 9, e somme vinte salite a SEK 1.276.200.

Zanna Jet e Africa Bi vittorie italiane a Jägersro

Tanti gli italiani impegnati nel convegno di Jägersro.
Nella STL Stoeliten (SEK 409.500, metri 1640) vinta facilmente dalla netta favorita Mellby Free (Muscle Hill-Mellby Ticket, da Windsong’s Legacy), con Björn Goop, Virginia Grif (1.11.1), ha concluso buona seconda, l’altra italiana Vichy Grif (1.11.4) quarta.
Nella Final Suummer Meeting Mares (SEK 197.000, metri 2140), sempre per le femmine, Zanna Jet (Naglo-Petite Victory, da Valley Victory), con Victor Rosleff per Jerry Riordan, ha condotto da un capo all’altro a media di 1.12.4, precedendo il favorito Svecak Palema (1.12.5); Cassiopeia (1.12.6) e l’altra italiana Arquana As (1.12.6).
Nel Prix Argentan (SEK 206.000, metri 1640) vinto a media di 1.09.9 dal favorito Harran Boco (Maharajah-Zilan Boko, da Muscles Yankee), in sulky Marc Elias per papà Conrad Lugauer, Voknik du Kras (1.10.1) ha concluso secondo, Zilath (1.11) settimo.
Nel Prix Cagnes-sur-Mer (SEK 409.500, metri 1640), successo a media di 1.10.7 del danese Empire (Västerbo Prestige-Gossip Gal, da SJ’s Caviar), con Ken Ecce per Tomas Malmqvist, davanti al tedesco di scuderia italiana Juan Bros (1.11.5), che ha battuto l’americano Osterc (1.11.6).
Nel Prix Årj äng (SEK 159.000, metri 1640) a segno l’olandese Grift Jr (Zola Bok-Memory Boko, da  Barbeque), con Michel Rothengatter, che a media di 1.11.6 ha preceduto Zaffiro Roc (1.11.8), quarto l’altro italiano Zeppelin Kyu Bar (1.12.3).
Nel Prix La Capelle ( SEK 206.000, metri 2140) vittoria del tedesco Azimut (Odessa Santana-Alda, da  Lets Go), con Peter Ingves per Josef Franzl, su Lord Flax, Zaire Wise As (1.13.2), ha subito il calo in retta d’arrivo di un’avversari, concludendo decimo senza spazio per sprintare.Double Exposure su Cokstile nell’Hugo Åbergs Memorial.
Nel Malmö Stads Pris (SEK 505.500, metri 3140, Gruppo II) Unoicsdue Gnafà, favorito, ha guidato ma in dirittura d’arrivo è stato volato via da Who’s Who (Maharajah-Reality Pride, da From Above), con Örjan Kihlström per Pasi Aikio, ancora lontano ai 300 finali e passato a media di 1.13.4 sui 3180. Unoicsdue Gnafà (1.14.4 sui 3140) ha respinto il francese Etenclin (1.14 sui 3160). Sesto l’altro italiano Zizou (1.14.6 sui 3140).
Nel Följ Derbyuttagningarna (SEK 164.000, metri 2140), Africa Bi (Varenne Felicity Bi, da Toss Out), con Michel Rothengatter, è schizzata al comando dall’8 in 150 metri e in dirittura d’arrivo ha controllato a media di 1.13.6 Staro Obrigado (1.13.8) che ha rimontato il controfavorito Vice Versa Diamant (1.13.9), quarto il favorito italiano Zachary Font (1.13.9), alla prima sconfitta dopo cinque vittorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *