Basta un po’ di chiarezza. Ippodromo “La Favorita” confermata dal Tar Sicilia la validità dell’interdittiva antimafia
26 Settembre 2019
Bravi, ma basta!
28 Settembre 2019
Mostra tutto

E in Italia?

casalone cavalli

Nei giorni scorsi è stata pubblicata la notizia di un fantino inglese trovato positivo a un metabolita della cocaina.

In se stessa la notizia non è particolarmente interessante se non che per associazione sorge spontanea la domanda: ma in Italia i controlli sui fantini e guidatori ci sono? 

La risposta è sicuramente affermativa ma oltre un generico “si” nulla si sa. 

La risposta affermativa trova conferma nei bilanci Unirelab dove la voce introiti per queste analisi appare e non è trascurabile.
Quindi vengono fatti, il regolamento esiste e il materiale è distribuito agli ippodromi.
Rimangono del tutto oscuri i numeri sia dei prelievi dei positivi, sia della suddivisione tra trotto e galoppo sia della distribuzione nei singoli ippodromi. 

Il perché di questo mistero ci sfugge.        

Sarebbe opportuna una nota del Mipaaf che declini tutti i numeri necessari a comprendere come anche in Italia si facciamo i controlli e i relativi risultati.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *