Contratti che vanno contratti che vengono
4 Febbraio 2020
La solita situazione paradossale dell’ippica
6 Febbraio 2020
Mostra tutto

Eravamo fermi ed è difficile ripartire. Cantica interviene sul problema della rappresentanza

Finito il comitato pattern del galoppo e nonostante la visita di controllo effettuata in Italia, la nostra posizione non è cambiata: membri senza diritto di voto.
Anni si superficialità e negligenze si stanno pagando duramente.
Promesse vane di pagamenti immediati, lettere velleitarie inviate in spregio ai proprietari italiani non hanno prodotto nulla.
Il sunto di anni di partecipazioni al comitato è, di fatto, il nulla più assoluto, speriamo che la visita in Italia dell’Inviato abbia fatto capire che forse esiste qualcuno cui interessa la collaborazione internazionale non per i loro comodi ma per l’ippica italiana.

Intanto, sempre in tema di galoppo, si avvicina la data critica per il centro di allenamento di Milano.
Si scrivono lettere al ministero, ma ad oggi con il decreto, scusate il peggior decreto mai scritto, lo stesso ministero ha abbandonato i centri di allenamento, speriamo in un ripensamento ma ad oggi un interlocutore più attento potrebbe essere il sindaco Sala.

RedBlack

Cantica interviene sul problema della rappresentanza

“Credo che il problema della rappresentanza nel confronto con le istituzioni sia esimente, non solo nel senso di un effettiva e sostanziale delega, ma soprattutto alla effettiva competenza di questa rappresentanza.
Traducendo per alcuni, se in una sala, sala 1, vi sono cento (100) persone e intervengono su due ipotesi alternative due persone, (sig. A e sig. B) ed alla fine l’assemblea con votazioni si esprime 99 a favore del sig. A, ed una a favore del sig. B è evidente che il sig. A è il solo effettivo rappresentante della sala 1; contemporaneamente nella sala 2 vi sono tre (3) persone è del tutto evidente che qualsiasi sia la cosa che discutono è ininfluente sull’esito di quanto deciso nella sala 1.
Se poi nella sala 1 si discuteva della qualità dell’aria e nella sala 2 si trattava del colore delle bionde … a nessuno verrebbe in mente di unire e confrontare i risultati delle discussione delle due sale”. (Cantica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *