Brevi dall’ippica, le solite pillole
13 Gennaio 2020
Cose serie e gettoni di presenza
15 Gennaio 2020
Mostra tutto

Facce di bronzo e opportunità

Villaggio dei sogni San Siro

Villaggio dei sogni San Siro

L’anno scorso, circa di questi tempi, veniva emesso un comunicato relativo ai pagamenti dei premi e delle provvidenze dell’anno 2018, dove si certificava come i tempi si aggirassero per i premi al traguardo a 150-160gg e per le provvidenze o per premi aggiunti ad 1 o 2 anni.
Era il periodo del 100%, della claque e degli avatars che inneggiavano ai risultati ottenuti e a quelli che sarebbero stati raggiunti, leggi pagamenti ad AGEA, con la risoluzione entro Pasqua di tutti i problemi dei pagamenti.
E’ passata Pasqua poi il libro verde, la task force, Ferragosto, gli unti del signore e alla fine il 100% è stato portato a zero e nulla è stato risolto.
Ora viene ripresentato lo stesso comunicato con i medesimi tempi di pagamento 150-160gg e chi un anno fa applaudiva ora propone presidi e chiede spiegazioni.

Che cosa è cambiato?

Nulla e noi l’abbiamo rilevato più volte a prescindere dal colore del governo perché la linea guida è la filiera ippica e non applaudire gli amici che promettono.
Come si vede un cambiamento c’è stato da claque ministeriale a facce di bronzo. Infatti, con gli stessi tempi di pagamento prima applaudivano e ora fanno i capi popolo.
Passi per le carenze d’italiano ma almeno la matematica …………

Ora l’ippica ha un’opportunità presso l’ippodromo di San Siro galoppo.
Visto il non brillante andamento, con critiche feroci sul web, il VILLAGGIO DEI SOGNI D NATALE è stato chiuso prima del giorno di Natale e non a metà gennaio come previsto.
Due conseguenze.
La prima è che sia Babbo Natale sia la Befana sono stati lasciati per strada e non è un bel messaggio.
La seconda è che pare ci siano difficoltà anche nello smantellamento dello stesso VILLAGGIO DEI SOGNI che è ancora presente, deserto ma presente.
Da qui l’opportunità per gli ippici cioè trasformare il VILLAGGIO DEI SOGNI DI NATALE in quello di VILLAGGIO DEGLI INCUBI IPPICI da inaugurare il 17 gennaio giorno di San Antonio protettore degli animali.

Ogni padiglione potrà essere arredato con tutte le trovate che i vari Ministri, sottosegretari e personaggi ippici vari, hanno proposto per la filiera ippica:

  • Uno stand di 150mq grande quindi come l’ufficio del Commissario UNIRE Sottile nella sede di via Cristoforo Colombo
  • Uno stand con allestimento marinaro per essere in linea con le Promesse da Marinaio del Sottosegretario Castiglione
  • Uno stand vuoto che rappresenti l’apporto del Ministro Martina all’ippica
  • Uno stand di colore rigidamente verde per celebrare il Libro Verde, che sarà anche lui vuoto come i contenuti dello stesso.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *