Si torna a Modena per recuperare il Giovanardi e il Cacciari Filly
18 Maggio 2019
Chi controlla i controllori? Zacon Gio vince l’Unione Europea, Zaniah Bi facile nel Europea Filly
20 Maggio 2019
Mostra tutto

Grande trotto a Modena con Unione Europea e Filly. AL Capone Stecca facile nel Giovanardi, Audrey Effe, come nelle previsioni conquista il Cacciari Filly

GRAN PREMIO UNIONE EUROPEA  G. 1 Mt. 2080 E. 407.000

1      ZLATAN                                       G.P. MINNUCCI
2      ZEFIR GAR                                  M. MINOPOLI Jr
3      ZABUL FI                                     A. FAROLFI
4      ZIDANE GRIF                              A. GOCCIADORO
5      ZACON GIO                                 R. VECCHIONE
6      ZARENNE FAS                           V.P. DELL’ANNUNZIATA
7      FACE TIME BOURBON              B. GOOP
8      ZE’ MARIA                                  René LEGATI
9      ZIOSAURO JET                          V. D’ALESSANDRO Jr
10      ZILATH                                      A. GUZZINATI
11      ZIRCONIUM                              E. BELLEI
12      ZACCARIA BAR                        R. ANDREGHETTI
13      ZERMAT KEY                             A. GREPPI

Peccato la pioggia, questo Unione Europea meriterebbe una pista e una cornice degne di una corsa che sulla carta promette spettacolo. Non ci resta che sperare dunque in un tempo più clemente.
Quattordici i partenti e match stretto Francia-Italia, Face Team Bourbon-Zacon Gio senza però escludere sorprese.
Face Team Bourbon ha dimostrato a suon di risultati di essere il più forte quattro anni francese. Su quindici corse disputate ha collezionato tredici vittorie, un piazzamento e una squalifica a seguito di inchiesta dopo che aveva tagliato per primo il traguardo.
Di contro Zacon Gio è l’alter ego in Italia. Non avrà i natali illustri del rivale, ma può vantare ugualmente uno score soprattutto recente invidiabile. Su 23 corse ha vinto 16 volte e 6 volte si è piazzato e quel che conta è che resta su quattro successi in altrettante classiche. L’allievo di Sebastien Guarato con Bjorn Goop in sulky presumibilmente sarà il favorito della punta e Zacon Gio un’alternativa da non sottovalutare anche perché dovrebbe sfilare senza troppa spesa. A quel punto bisognerà vedere che partenza avrà preso Face Time e come si troverà sulla pista.
Detto del match che dovrebbe essere, non sono da escludere inserimenti soprattutto se i due se le daranno.
In agguato anche in considerazione del numero di partenza, a patto che faccia giudizio nella fase iniziale, c’è soprattutto Zlatan, molto pericoloso se potrà proporsi nel finale da vicino.
Meritevoli di attenzione anche gli altri due del team in giallo, Zidane Grif e Ze’ Maria. Zidane l’ultima volta, nel Regione Campania, è parso più guidabile e ha chiuso bene dietro Zacon Gio, Ze’ Maria recentemente non ha avuto molta fortuna, nella circostanza però può sfruttare il numero in seconda fila alla corda. Zabul Fi potrebbe andare davanti e concedere strada a Zacon Gio mentre gli altri possono solo sperare in uno svolgimento a loro favorevole.

Fral

GRAN PREMIO UNIONE EUROPEA FILLY  G. 2 Mt. 1600 E. 88.000

1      ZANIAH BI                                 A. GOCCIADORO
2      ZARINA DANIEL                       M. MINOPOLI Jr
3      ZANZARA FAS                          R. ANDREGHETTI
4      ZIVA EK                                      R. VECCHIONE
5      ZARINA ROC                             V.P. DELL’ANNUNZIATA
6      ZZUID AFRIKA JBAY                E. BALDI
7      ZOE GRIF ITALIA                       M. BARBINI
8      ZEALAND AS                              René LEGATI
9      ZILLAZ                                         L. SCHETTINO
10      ZABRISKIE OK                          B. GOOP
11      ZANTE LASER                          W. RUTH
12      ZETA SPRITZ                            A. FAROLFI
13      ZOLA BUDD                               M. STEFANI
14      ZANELLA                                   Santo MOLLO

Una bella corsa questo Unione Europea Filly, una corsa aperta anche se c’è quella Zaniah Bi che alla prima con il training dei Gocciadoro a Milano ha corso il miglio in 10.5 che è una misura di valore assoluto. La figlia di Equinox Bi e Fendi Bi, 6 vittorie e 6 piazzamenti su 23 corse disputate, in precedenza stimata ma piuttosto discontinua, deve confermarsi in un campo di partenti numeroso partendo con il numero uno che sulla pista modenese, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, non è il massimo della vita. Ovvio comunque che sulla stima per il team deve essere considerata la favorita.
All’opposizione figura soprattutto Zabriskie Ok, un’altra delle quattro provenienti da Noceto. Il valore di questa figlia di Conway Hall non si discute. La carta parla di 8 successi e 2 piazzamenti su 13 corse disputate con la ciliegina del successo nelle Oaks del Trotto. Il numero in seconda fila la penalizza ma la guida di Biorn Goop è una garanzia e il segno che il team ha grande fiducia.
A seguire nella nostra scala dei valori Zealand As, altra targata Gocciadoro, piaciuta a Milano nella corsa vinta da Zaniah Bi. Nella circostanza il numero otto, in seconda fila alla corda, dovrebbe permetterle di non perdere di vista la testa della corsa risparmiandosi per il finale.
Non è certo ben messa Zanella che considerati i progressi fatti registrare di recente è un’altra che può dire senz’altro la sua. L’ultima dietro la Zaniah Bi da record ne è la riprova.
In riferimento ai trascorsi ci starebbe poi Zarina Roc, poco convincente nelle ultime uscite, ma non per questo da escludere. Il fatto che venga presentata a quasi due mesi dall’ultima uscita fa pensare che possa essere competitiva, a maggior ragione con il cinque di pettorale. Quanto a Zante Laser si sa che non difetta di mezzi ma anche che ha un caratterino non facile.
A gli altri non resta che sperare nelle disgrazie altrui.  

Fral       

GRAN PREMIO TITO GIOVANARDI G. 1 Mt. 2080 E. 154.000

1°     4   AL CAPONE STECCA         G.P. MINNUCCI                          14.4
2°     5   ALADIN EFFE                       A. DI NARDO                               14.7
3°   13   ALBATROS JOY                  René LEGATI                               15.0
4°     8   ALCIDE ROC                         F. ROCCA                                      15.2
5°     1   ANITA ROC                          V.P. DELL’ANNUNZIATA            15.9

Partono in tredici e arrivano in cinque. Una vera e propria ecatombe dovuta alla pista resa molto insidiosa a causa della troppa pioggia. A farne le spese alcuni soggetti trai più attesi, in particolare Amber Prad, Adler Cup e Ayrton Treb. Alla fine a far festa è Al Capone Stecca che non era certo l’ultimo del campo, bensì quello che andando al comando avrebbe fatto la corsa. A preso subito la testa e dopo aver risposto a un attacco piuttosto pensante da parte di Alcide Roc se n’è andato per proprio conto. Finalmente questo figlio di Napoleon Bar e Ombretta Bar, dopo alcune prove positive ma sfortunate riesce a salire sul podio più alto. A una certa distanza dal vincitore chiude Aladin Effe che lascia più indietro Albatros Joy, e i due di Rocca, Alcide Roc, in difficoltà dopo l’attacco a Al Capone e Anita Roc.

Fral 

GRAN PREMIO CARLO CACCIARI FILLY G. 2 Mt. 1600 E. 88.000

1°     5   AUDREY EFFE                     A. FAROLFI                                  13.8
2°     2   AMBRA GRIF                      R. ANDREGHETTI                      14.0
3°     6   ALOUETTE                          E. BALDI                                       14.4
4°   10   ALL WISE AS                      E. BELLEI                                     14.7
5    14   ARNAS CAM                       H.E. BONDO                                14.8

Tutto come previsto almeno per la favorita Audrey Effe. La portacolori della Gardesana con il suo driver abituale Andrea Farolfi prende subito la testa e la conserva fin sul palo senza mai dare l’impressione di poter cedere. Ci prova l’avversaria dichiarata Ambra Grif ma non può nulla contro la superiorità della figlia di Up And Quick e Simphony Effe. Terza a distanza  Alouette diligentemente dal via nella scia di Audrey e dell’attaccante Ambra Grif. Ancora più indietro emergono All Wise As e Arnas Cam. Per Audrey un bel successo che fa il paio con il Nazionale.

Fral             

    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *