Chi ha dato ha dato, chi non ha avuto mai avrà?
7 Giugno 2019
Riecco il regolamento variabile!
9 Giugno 2019
Mostra tutto

Guidatori e Allenatori Campani al Mipaaft

Una rappresentanza dei Guidatori e Allenatori Campani è stata ricevuta da alcuni dirigenti del Mipaaft e dal Coordinatore dott. Lazzaro.

Sono stati esposti alcuni suggerimenti di modifiche regolamentari, annotati dal Coordinatore, mentre la sospensione dei provvedimenti disciplinari in attesa di un’uniformità di situazioni in tutti gli ippodromi è stata respinta.
Sono state confermate le ispezioni degli ippodromi nei prossimi mesi per valutare le carenze in numerosi impianti.
Sul fronte dei pagamenti, pur apprezzando l’impegno, la sensazione è che una risoluzione definitiva com’era stata promessa non sarà possibile per colpa di un sistema burocratico che solo in Italia esiste ancora, così facendo lasciano capire che in Italia non si può fare impresa.
Alla fine regole europee sono subito applicate contro gli operatori, ma per la new technology per accelerare i pagamenti, programmazione, partenti e quant’altro per mettersi a passo con l’Europa bisogna sempre aspettare.
S’illudono gli ippici con promesse che non potranno essere mantenute.
La situazione rimane preoccupante.
Nessuno dei punti critici che stanno portando l’ippica italiana a un ulteriore ridimensionamento, saranno risolti a breve.
Tutto è rimandato o non risolto, l’unico campo in cui il ministero interviene immediatamente è quando può tartassare i tesserati.

  • Le scommesse calano e quindi anche gli introiti.
  • La programmazione è deficitaria.
  • I pagamenti non scendono mai sotto i 120/150 giorni.
  • Agli ippodromi, di soldi non se ne parla, stanno ancora aspettando il contratto.
  • Il bando sul segnale televisivo disperso nelle nebbie ministeriali.
  • I soldi delle iscrizioni sono dispersi non si sa in quale cassetto.
  • I decreti con le spiegazioni, obbligatorie per legge, delle varie nomine segretati mentre le seggiole sono occupate immediatamente.

La sensazione è che l’ippica sia stata ceduta a un gruppo che l’utilizza per i propri fini e non per il bene comune.

RedBlack

Comunicato categorie campane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *