Ecurie D allunga la serie, Aramis Bar finale con brio
17 Luglio 2020
Ippica agli ippici veri
18 Luglio 2020
Mostra tutto

Il weekend di Axevalla

di Historicus

La tre giorni dello StoChampionatet di Axevalla è uno degli appuntamenti più seguiti del trotto svedese, ma quest’anno si terrà a porte chiuse per le restrizioni alla presenza del pubblico tuttora in vigore in Svezia. Oggi si corre l’Axevallalöpning, STL Gulddivisionen nella quale il discorso per la vittoria dovrebbe passare tra Handsome Brad, sulla pista di casa e reduce dal quarto posto nel Kymi Grand Prix, e l’italiano Romanesque, che resta su due belle vittorie. Sorprese l’olandese Floris Baldwin, inatteso terzo nell’Ulf Thoresen Grand International, i due di Kolgjini”, Rajesh Face e Speedy Face, e Yes Mickey, che ha rotto al rientro ed esordio in Svezia a Visby.
Nella Silverdivisionen (SEK 256.500, metri 2140), buona chance per Zidane Grif (6, Jorma Kontio), che ha vinto alla ricomparsa, sua prima corsa con il training di Timo Nurmos.

AXEVALLALÖPNING – SEK 306.500, metri 2640

  1. Romanesque (IT) – Örjan Kihlström
  2. Snowstorm Hanover (US) – Rikard N Skoglund
  3. Order to Fly – Per Lennartsson
  4. Speedy Face – Erik Adielsson
  5. Västerbo Grosbois – Rauno Pöllänen
  6. Västerbo Exact – Thomas Uhrberg
  7. Handsome Brad – Carl Johan Jepson
  8. Floris Baldwin (NL) – Ulf Ohlsson
  9. Yes Mickey (US) – Robert Bergh
  10. Monark Newmen – Fredrik Persson
  11. Rajesh Face – Adrian Kolgjini

Domenica è in programma la prova di vertice del meeting, lo StoChampionatet, la più importante corsa per le femmine svedesi di 4 anni. A questa finale partecipano le prime due di ciascuna delle sei eliminatorie corse il 10 luglio e vinte da Waiting Hill Hall (1.14.4) su No Limit Queen, da Mahma Lane (1.15) su Sideslip, da Residual Thrust (1.14.6) su Digital Literacy, da American Hill (1.14.6) su Mellby Hawaii, da Diana Zet (1.15.4) su Fuel Burn e  da Ganga Bae (1.14.3) su Award Kronos. Sono ben cinque le allieve di Stefan Melander qualificatesi alla finale, con Ganga Bae come punta della formazione. Il ruolo di favorita spetta però a  Diana Zet, la vincitrice delle Svenskt Trav-Oaks 2019 e della Drottning Silvias Pokal 2020, a sua volta affiancata dalla compagna di scuderia Award Kronos.
La STL Stoeliten (SEK 206.000, metri 2140)  vede tra le più attese le tre italiane al via: Une Etoile Gar (6, Jorma Kontio), vista in progresso all’ultima uscita, Tessy d’Ete (10, Magnus A Djuse), che resta sulla vittoria nella prova per gli stayer il giorno dell’Oslo Grand Prix, e Vichy Grif (1, André Eklundh), che viene da tre vittorie.

STOCHAMPIONATET – SEK 2.400.000, metri 2640, Gruppo I

  1. American Hill – Marc Elias (C. Lugauer)
  2. Waiting Hill Hall – Steen Juul
  3. Diana Zet – Örjan Kihlström (D. Redén)
  4. Residual Thrust – Erik Adielsson (S. Melander)
  5. Ganga Bae – Jorma Kontio (S. Melander)
  6. Digital Literacy – R.N. Skoglund (S. Melander)
  7. Award Kronos – Adrian Kolgjini (D. Redén)
  8. Fuel Burn – Emilia Leo (S. Melander)
  9. Mahma Lane – Peter Untersteiner
  10. No Limit Queen – Carl Johan Jepson (B. Goop)
  11. Sideslip – Per Lennartsson (S. Melander)
  12. Mellby Hawaii – Peter Ingves (B. Goop)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *