Decreto ippodromi: una tragedia per l’ippica ma forse arrivano i soldi
18 Aprile 2019
Non ci arrenderemo mai
20 Aprile 2019
Mostra tutto

In quanto a problemi l’ippica non si fa mancare nulla

Foto dell'area S.Siro 1960

Foto dell’area S.Siro 1960

Problema da risolvere

Come avevamo scritto molti mesi fa, tra lo scetticismo di molti, l’area del vecchio ippodromo del trotto a Milano è stata ceduta al colosso immobiliare statunitense HINES.

La notizia è stata data dal quotidiano “Milano Finanza” alla pagina 18 dell’edizione del giorno 9 aprile.

Nel dettaglio si parlava della cessione di 145 mila mq e che Snaitech incasserà 250-300 milioni.

Il progetto prevede la costruzione di circa mille appartamenti. Sull’area potrebbe essere edificato anche il nuovo stadio di San Siro.

Ora arriviamo al problema da risolvere:

  • visto che le scuderie dell’ex ippodromo sono poste sotto vincolo e possono solo essere restaurate;
  • visto che il vincolo obbliga anche a mantenere uno spazio libero che richiami la vecchia pista;
  • visto che dovrà essere costruito nella stessa area anche il nuovo stadio.

Dove potranno essere costruiti 1000 appartamenti?

Probabile soluzione

Forse la cessione non riguarda solo l’area del vecchio trotto, ma anche la fascia attualmente occupata dalla sede ex Trenno e dalle scuderie non occupate se non nei giorni di corsa.

A questo punto la pista della Maura sarà inutilizzabile e le lancette dell’orologio ippico saranno spostate indietro fino all’epoca della chiusura della scala del Trotto.

Sicuramente tutti saranno scettici e increduli, ma poi talvolta succede.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *