Gli ippodromi italiani stanno cadendo come tessere di domino. Cantica e Ballardini a gamba tesa
4 Gennaio 2019
Bologna apre la stagione classica 2019 con il G.P. Vittoria
6 Gennaio 2019
Mostra tutto

Incontro al Mipaaft: argomento Capannelle

Avanti tutti!
Ma rigidamente ognuno per la propria strada.
Si legge che giovedì c’è stato un incontro al Mipaaft tra la coordinatrice della Task Force, dott.ssa Saltamartini e le associazioni del galoppo (ma non erano tutte confluite nell’ANG?) sull’argomento Capannelle.
CTO la logica suggeriva che a quest’incontro, a pochi giorni dall’ipotetico inizio delle corse nell’ippodromo romano, dovessero essere presenti i soggetti che possono risolvere lo stallo, Hippy e il Comune, ma questo non era all’ordine del giorno.
Delle associazioni del trotto, di solito in presenza continuata nelle stanze ministeriali, nessuna traccia.
Strano tavolo per organizzare un intervento comune (mancava il trotto) o proporre risoluzioni (mancavano i protagonisti) in compenso è stato comunicato che il Ministro si è proposto come “auditore” alle trattative: in verità ci aspettavamo che si facesse “promotore” del tavolo per la risoluzione della chiusura di Capannelle, che se si aspetta un nuovo bando, potrebbe protrarsi per 6 mesi, fatto fatale per l’ippica italiana.
Però sono tutti contenti……..
La presenza della coordinatrice della Task Force, dovrebbe significare che il problema sarà affrontato da questa commissione nella prossima riunione, speriamo la settimana prossima, dove sarà presente anche la rappresentante di tutte le categorie del galoppo, dott.sa Bezzera, quindi attendiamo con speranza il contributo della commissione a questo spinoso e importante problema.

Un argomento che sicuramente le associazioni avranno sollevato è quello della titolarità della gestione di Capannelle dal primo gennaio non solo per le corse ma anche per il centro di allenamento, pretendendo una risposta.
La presenza di Roma in calendario a gennaio significa che Hippogroup è presente, però non si capisce come mai si segnala un non controllo dei regolamenti in essere per l’uso della pista (vedi problemi di inizio anno) o se Hippogroup ha tolto le tende,  non si capisce la messa in calendario.
Sicuramente il rappresentante del Mipaaft avrà dato ampia ed esaustiva spiegazione di queste anomalie e di come gli uffici abbiano indagato e acquisito la posizione di Hippogroup, anche se nel comunicato non risulta nulla.
In conclusione ai soliti commentatori del web ribadiamo:

insultare non vuol dire aver ragione;
urlare non significa dire cose intelligenti;
stare sempre al traino delle notizie date da altri vuol dire essere ininfluenti.

Come il bambino che aggrappato al tram pensa di essere lui quello che guida.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *