Leonardo Vastano campione italiano gentlemen. Settimana decisiva per gli ippodromi. Il futuro delle aree di Snaitech. Cantica a gamba tesa
26 novembre 2018
Da non credersi: abbiamo anche il calendario di dicembre
28 novembre 2018
Mostra tutto

Ippodromi siamo alle solite: partono i ricorsi. Per Playtech è più importante il settore immobiliare che ippico

Nella corsa verso la conclusione dell’infinito problema degli ippodromi, non tutti remano nella stessa direzione.

Infatti, come la migliore tradizione ippica italiana, vi sono ovviamente i bastian contrari, cioè quegli ippodromi che avrebbero visto incrementare i propri compensi con l’applicazione della 681.

I più contrari a quest’accelerazione sull’applicazione della Deloitte hanno come capofila Modena con il supporto di Tagliacozzo, mentre Merano è in stand by per problemi interni al consiglio.

Congiuntamente ai pagamenti potrebbero partire anche i ricorsi, il termine ultimo per la presentazione è il 29 novembre, stiamo alla finestra per vedere gli sviluppi.

In merito al futuro di Milano aggiungiamo un particolare

Il miliardario che ha contribuito a costruire il gruppo da niente PLAYTECH, il signor Teddy Sagi  ha ceduto via via parte delle quote azionarie, capitalizzando e reinvestendo per promuovere i suoi investimenti  soprattutto nel  settore immobiliare con una particolare enfasi su “spazi per uffici condivisi e flessibili per le start-up e gli imprenditori“. Attraverso la sua compagnia LabTech, possiede già una vasta area di terreno a Holborn, nel centro di Londra e la maggior parte del Camden Market oltre ad una partecipazione di controllo in una società immobiliare olandese e da poco anche in Germania.
Perché non anche a Milano?

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *