Risposte e non chiacchiere
14 Marzo 2020
Notizie dall’Europa. Interviene Remigio Talpo
16 Marzo 2020
Mostra tutto

La crisi avanza ma le risposte non arrivano

Nei periodi di calamità emerge il meglio e il peggio di tutte le componenti di una comunità.
Anche nel nostro piccolo mondo ippico accade la stessa cosa.
Oggi verranno sospese tutte le scadenze fiscali, mutui ed altro ma nulla è stato scritto per sospendere il pagamento del rinnovo delle licenze nell’ippica.
Il ministro Gualtieri ha illustrato a RAI due come siano per essere stravolte tutte le modalità in essere al ministero delle finanze a causa di una calamità immane.
Perché solo i pagamenti dei premi devono ancora essere ancorati ad un modello tragicamente lento?
Qualsiasi intervento di sostegno venga deciso, con queste modalità arriverà agli interessati a fine anno, vi sembra possibile?
L’ultima deroga nel 2013 è stata predisposta con un decreto interministeriale Mipaaf/MEF, nulla di complicato fattibile in 24 ore.
In questo momento difficile purtroppo c’è chi si diverte a sottolineare solo le storture del sistema puntando il dito che non bisogna dare soldi pubblici all’ippica.
Purtroppo per queste persone il trasferimento di risorse all’ippica è dovuto in quanto alcune leggi dello stato lo prevedono.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *