Il Mipaaf deve mettersi le mani in tasca per accelerare i pagamenti
4 novembre 2018
I soldi non arrivano e l’ippica muore
6 novembre 2018
Mostra tutto

L’ippodromo di Palermo deve riaprire

In questo finale di anno tutta la filiera ippica sta cercando di sopravvivere.
I soldi del montepremi non sono stati distribuiti in modo completo, l’utilizzo del Preu non è ancora stato decretato, gli ippodromi attendono con ansia la decisione della Corte dei Conti, ed esiste purtroppo un luogo che non è sopravvissuto alla superficialità del MIPAAFT e che rappresenta un punto indelebile della storia dell’ippica italiana.

Non si può far finta di niente stiamo parlando di Palermo, che sta assistendo alla diaspora di molti dei suoi protagonisti in giro per l’Italia.

La chiusura di Palermo pesa come un macigno sul rilancio dell’ippica.

Sarebbe opportuno che nella prossima riunione al MIPAAFT la riapertura di Palermo sia il primo punto di discussione.

Un’altra cosa la filiera ippica dovrà riconoscere agli operatori siciliani per tutto il 2018 il montepremi di Palermo è stato distribuito ad altri ippodromi ma le future spettanze dovranno essere ridistribuite a “la Favorita”.
Come si dice a buon rendere……..

Si attende con impazienza il bando per la nuova gestione sperando che le varie cordate abbiano come punto di partenza il rilancio di Palermo quindi della Sicilia e di conseguenza del trotto italiano.

O.I.I.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *