L’elefante nella stanza e il pallottoliere modificato. Celin interviene a sostegno dell’ippodromo di Padova
11 Settembre 2019
Nonostante. Brevi dall’ippica. Tar Lazio, il Derby perde la sede storica
13 Settembre 2019
Mostra tutto

Nomi e numeri

 

Ancora poche ore e avremo i nomi o il nome di chi si occuperà dell’ippica. 

Nella battaglia sulle nomine dei Sottosegretari il PD sembrerebbe abbia destinato all’agricoltura Susanna Cenni che dovrebbe affiancare il Ministro Bellanova, nodo da sciogliere invece del M5S fra Mariella Passeri e Giuseppe L’Abbate.

La Ministra in prima persona o un sottosegretario vedremo, l’importante non sarà la loro competenza ippica ma soprattutto che abbiano ben presente la necessità di intervenire in tempi brevi e con idee chiare, anzi basterebbe una sola idea chiara, progettare il futuro dell’ippica entro il 2019.
È un sogno utopico ma si potrebbe fare.
I problemi sono noti a tutti, le varie posizioni su cosa fare sono altrettanto chiare, bisogna fare una sintesi e ascoltare suggerimenti.
Speriamo di non doverci sorbire sia il teatrino di “voglio, posso, comando” dell’ultimo periodo sia le promesse da marinaio dell’ultimo sottosegretario con delega.
Per le cifre, cioè i soldi disponibili per il 2020, dovremo aspettare ancora un paio di settimane, per il momento l’unica certezza è il meno 33mila€ al giorno d’introiti dell’ippica.
Intanto i fatti rimangono sempre quelli, il pagamento premi non è stato migliorato come promesso, gli ippodromi riceveranno il saldo 2019 non prima della primavera 2020, si avvicina un Derby di trotto predisposto tecnicamente con batterie e finale nel peggior modo possibile.

E qui possiamo anche stare allegri perché, oggettivamente, non sarà possibile fare peggio.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *