Scommesse, ricavi e montepremi in discesa verticale
3 agosto 2018
Domani a Taranto per il Regione Puglia. A Very Joy le chiavi del Città di Cesena. Estate torrida per gli ippodromi
5 agosto 2018
Mostra tutto

Oggi in 10 a contendersi il Città di Cesena. I soliti cantori in una coraggiosa difesa del Mipaaft

Uragano Trebì vincitore Città di Cesena 2017

Uragano Trebì vincitore Città di Cesena 2017

GRAN PREMIO CITTA’ DI CESENA Gr. 3  Mt. 1660  € 33.000

1   VOLTURINA JET         F. ROCCA
2   VERY JOY                    A. DI NARDO
3   VAPRIO                        G. DI NARDO
4   VANDALO GIO             Fr. FACCI
5   VERTIGO SPIN            R. VECCHIONE
6   VENANZO JET            L. BALDI
7   VANGUARDIA              E. BELLEI
8   VANDALO D’ESI           A. FAROLFI
9   VASTY DI POGGIO     M. BARBINI
10   VERNISSAGE GRIF    G. RICCIO

Per i quattro anni è la volta del Gran Premio Città di Cesena nel quale sono rimasti in dieci. Una corsa ben riuscita nonostante l’assenza dei primi della classe 2014. L’unico ad aver vinto una corsa di Gruppo, l’Etruria dello scorso anno, è Vernissage Grif
Quelli che hanno più esperienza in fatto di gran premi sono in prima fila, Vertigo Spin, che è anche il più ricco perché con il solo secondo del Derby ha incamerato ben 153.000 euro, e il pluripiazzato Vaprio restante sul quarto posto del Triossi.
Vaprio torna in prima fila con un numero che dovrebbe permettergli di sfilare subito in avanti o almeno di scavarsi un posto utile alla corda, Vertigo dopo la sfortunata prova del Triossi dovrebbe essere pronto a correre da protagonista in un contesto senz’altro alla sua portata.
Restando sulla prima fila meritano attenzione Very Joy, alla prima in un gran premio ma reduce da ben tre successi conseguiti facendo buone velocità, Venanzo Jet che quando esprimere tutto il suo potenziale può fare veramente male come nel Triossi, finito al secondo posto con una gran chiusa, Vandalo Gio e Volturina Spin che stando alla carta hanno mire più limitate.
In seconda fila potrebbero fare bella figura soprattutto il citato Vernissage Grif e Vanguardia anche se deludente all’ultima uscita. Completano il campo con scarse probabilità di figurare Vasty Di Poggio e Vandalo D’Esi.

Fral

I soliti cantori in una coraggiosa difesa del Mipaaft

Una rondine non fa primavera.
Nell’impossibilità di giustificare il MIPAAFT con argomenti seri ci si attacca a tutto.
Abbiamo dimostrato che i pagamenti con fattura sono stati saldati solo fino al dicembre 2017 con i canonici ritardi di 180 giorni.
Abbiamo citato un documento con quasi 3000 pagamenti di cui oltre 300 relativi al pagamento dei premi e il documento è reperibile sul sito del MIFAAFT nel settore “amministrazione trasparente”.
Dunque dati certi, completi e chiari.
Per cercare di ribattere una verità solare, gli strenui difensori dell’ippica ministeriale hanno pubblicato il dato di 1 pagamento di aprile che probabilmente arriverà sul conto corrente a fine agosto, quindi 120 giorni, come evidenza dell’efficienza e celerità dei pagamenti.

La trasparenza vorrebbe che fosse pubblicato l’elenco di tutti i pagamenti senza fattura emessi ogni mese e si potrebbero così valutare quanti sono e chi sono.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *