Venduti gli ippodromi di Milano. Il contatore del montepremi continua a piangere. Grande ippica oggi a Torino con i GP Orsi Mangelli e Nazioni
1 novembre 2018
Della Maura rimane solo la pista. Soldi destinati all’ippica: tutti sanno ma non parlano
3 novembre 2018
Mostra tutto

Orsi Mangelli, Salvatore Minopoli: Zippy Freedom Lf non era da squalificare. Zarenne Fas conquista l’Orsi Mangelli 2018

Riportiamo l’intervento di Salvatore Minopoli sulla squalifica di Zippy Freedom Lf  tolto dal marcatore nella finale dell’Orsi Mangelli.

Reclamo e sdegno per provvedimento preso dalla giuria finale G. P. Orsi Mangelli 2018
“Gentilmente caro direttore, chiedo di pubblicare quanto segue per far notare, come dico da anni come le decisioni delle giurie fanno impazzire noi operatori e creano disgusto e allontanamento dei proprietari dallo sport più bello al mondo.
Questo perché oggi 01/11/2018 il presidente di giuria Bonettin all’ippodromo di Torino a una corsa di gruppo 1 si è permesso di eliminare il cavallo Zippy Freedom lf che si era piazzato regolarmente al quarto posto per danneggiamento diretto al cavallo Zelig Kronos guidato da Pietro Gubellini.
Rivisto i filmati con competenti d’ippica e con chi fa questo lavoro da 60 anni, si nota limpidamente che il provvedimento preso dal presidente di giuria non è degno di un ippico e che, dico di più, è una decisione vergognosa, assumendomi tutte le responsabilità del caso di quello che dico, perché faccio questo lavoro da 60 anni e sono convinto di quello che dico e di quello che ho visto.
Dalla ripresa frontale si nota benissimo che il cavallo Zelig Kronos va sulla ruota del sulky del cavallo all’interno e non come dice il presidente Bonettin che il cavallo Zippy freedom lf allarga e danneggia. Quindi tutto ciò ha causato un danno al proprietario di € 30.000,00 levandolo dall’ordine d’arrivo con in aggiunta una multa a sfavore e appiedamento al driver e, aggiungo, con ulteriore danno per il mancato  piazzamento ad una corsa di prestigio.
Un proprietario che investe e noi operatori che ci sacrifichiamo, chiediamo ancora una volta a voce alta, solo di essere giudicati da persone competenti e di prendere e pubblicare i provvedimenti anche per le giurie, approfittando anche del fatto che oggi abbiamo un Ministro, e che ha detto di rilanciare il settore e penso fermamente che sia l’ultimo treno che passa, quindi non permettiamo di farcelo sfuggire perché manchi prima di tutto la trasparenza.
Nel frattempo la SC. REAN e la SOC. DI ALLENAMENTO TEAM MINOPOLI S. R. L. si daranno da fare per recuperare il danno che hanno subito.
Cordialmente
Team Minopoli S.r.l. di Salvatore Minopoli”

Sarebbe opportuno che l’area tecnica del Mipaaft prendesse posizione e formalizzasse un parere invece di rimanere un’entità astratta.

G.P. Orsi Mangelli, Filly e Nazioni da Torino tutti i risultati

GRAN PREMIO Bet 365 P. e O. MANGELLI G. 2 Mt. 1600  € 88.000

1°   5  ZONA DA                                R. ANDREGHETTI            12.6
2° 13  ZANTE LASER                      A. DI NARDO                     12.7
3°   4  ZONA OK                                A. GOCCIADORO             13.1
4°   8  AVALON MISTS                    Ro. BAKKER                     13.3
5°   9  ZARAGOZA                            R. VECCHIONE                 13.4

Un Mangelli Filly tutto d’un fiato per Zona Da. La portacolori della Incolinx sfila al comando e a passo spedito procede con sicurezza fin sul palo. Inutile l’attacco portatole da Alessandro Gocciadoro con la sua Zona Ok che in arrivo viene sopravanzata da Zante Laser finita a bomba a ridosso della vincitrice.
Terza Avalon Mists, positiva ma mai pericolosa lungo il percorso, davanti a Zaragoza.

GRAN PREMIO Bet 365 DELLE NAZIONI G. 1 Mt. 2100  € 154.000

1°   5  URAGANO TREBI’                R. VECCHIONE                  13.2
2°   2  TAMURE ROC                        F. ROCCA                           13.2
3°   3  TIMONE EK                            M. VECCHIONE                13.3
4° 11  UNNO DEL DUOMO              A. FAROLFI                       13.3
5°   1  DEIMOS RACING                  R. ANDREGHETTI            13.4

Un bel Nazioni che l’inatteso Uragano Trebi’ risolve in retta d’arrivo dopo essere stato alla finestra. In partenza era andata davanti Super Star Reaf che cedeva presto il comando a Dijon sul quale avanzava per gradi Timone Ek che demoliva il francese. In retta il figlio di Mr Vic accusava lo sforzo e veniva sopravanzato da Uragano Trebi’ e Tamure Roc. Quasi in linea con Timone Ek chiudeva al quarto posto Unno Del Duomo, quindi il sempre utile Deimos Racing. Dunque Timone Ek semina e Uragano e Tamure, entrambi sottovalutati, raccolgono.
Giornata da dimenticare per il team in giallo che nel Nazioni aveva presentato ben cinque cavalli.

GRAN PREMIO Bet 365 P. e O. MANGELLI Mt. 1600  €. 396.000

1°   4  ZARENNE FAS                       A. DI NARDO                     12.7
2°   2  MISTER DAAG – D –             R. BAKKER                        12.9
3°   8  ZEFIR GAR                              M. MINOPOLI Jr              12.9
4°   3  ZELIG KRONOS                     P. GUBELLINI                    13.6
5°   7  ZABUL FI                                A. FAROLFI                       13.6                                      

Zarenne Fas, già bene in batteria, dopo uno scambio con Zigolo De Buty va al comando e se la fa tutta da leader. Ci prova Zelig Kronos, quindi Mister Daag che dopo il netto successo in batteria era stato eletto favorito, ma non c’è nulla da fare. In arrivo Zarenne, sostenuto da un impeccabile Antonio Di Nardo, si afferma piuttosto nettamente per la gioia del suo allevatore e proprietario avv. Gragnaniello.
Più indietro Mister Daag apparigliato da Zefir Gar autore di una buona chiusa. Sul tabellone al quarto e quinto posto Zelig Kronos e Zabul Fi.
Per Zarenne Fas si tratta del secondo successo classico dopo quello del Gran Criterium.

Fral

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *