COMUNICATO
3 Agosto 2022
SENZA È MEGLIO!
5 Agosto 2022
Mostra tutto

RESTITUZIONE DI FONDI AL MEF

RESTITUZIONE DI FONDI AL MEF

Riceviamo e pubblichiamo

L’esame in Commissione Agricoltura della Camera del Rendiconto Generale dell’amministrazione dello Stato per l’esercizio finanziario 2016, in particolare quanto di competenza del Mipaaf, evidenziò una consistenza di cassa che poi favorì la restituzione al MEF di una somma da comprendersi fra i 7 e i 9 milioni di Euro.

I dati evidenziati nel corso dell’esame sopra richiamato attestarono che le risultanze finanziarie della gestione stralcio, alla data del 31/12/2016, individuarono una consistenza di cassa pari a 19,057 milioni di Euro, mentre i cosiddetti debiti ippici risultarono liquidati al 98% ed i debiti residui dell’ex ASSI, ricondotti alla data del 31/12/2012, ancora da erogare ammontavano a 5,9 milioni di Euro.

Oltre alla predetta situazione furono accorpati ulteriori debiti per 6,15 milioni di Euro riferibili agli anni 2013, 2014 e 2015 per premi, corrispettivi agli ippodromi e contenzioso legale.

Il Decreto Interministeriale del 08/07/2013 autorizzò il Mipaaf ad operare sui conti correnti già intestati all’ex ASSI, con il supporto del Dirigente Delegato nominato con Decreto Ministeriale del 17/08/2012 nelle more dell’emanazione del Regolamento organizzativo, correlato alla soppressione, avvenuta il 14/08/2012 dell’Agenzia.

Il 24/06/2014 il Mipaaf decretò, finalmente, l’individuazione del Dirigente Delegato al pagamento dei premi al traguardo, dei corrispettivi agli ippodromi, nonché delle altre operazioni di pagamento e riscossione relative a situazioni pregresse.

Dopo aver riassunto i fatti e la tempistica a conoscenza della scrivente, si auspica, per trasparenza, che il Mipaaf attesti l’esatto importo restituito al MEF ed espliciti le ragioni amministrative che giustificano una tale consistenza finale di cassa che si concretizzò a discapito delle componenti ippiche; inoltre ci auguriamo che l’entità burocratica preposta non sia stata beneficiaria del premio per il raggiungimento dell’obiettivo connesso alla restituzione.

In subordine, visto la consistenza di cassa restituita al MEF perché non spesa, si auspica che il  Mipaaf chiarisca le motivazioni e/o le necessità che favorirono l’utilizzo, incomprensibile alla luce di quanto recepito, dello stanziamento iscritto al cap. 2290 dello stato di previsione 2013 del Mipaaf: “Fondi Assistenza del Settore Ippico” (€. 3 milioni). Tutto ciò al fine di soddisfare le situazioni debitorie al 31/12/2012 dell’ex ASSI riferiti ai corrispettivi di competenza delle Società di Corse.

CASSA IPPICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *