Arazi Boko, la bellissima sfida europea al Savio
9 Settembre 2019
La forma e il colore
10 Settembre 2019
Mostra tutto

Ricavi sempre più in picchiata. 9-10 settembre previste aste Its

Neanche l’estate appena trascorsa è riuscita ad arginare la diminuzione degli introiti per l’ippica. Diminuzione, purtroppo, che si assesta costante ad oltre 30mila al giorno.

Ecco le cifre in dettaglio:

La diminuzione degli introiti dell’ippica segna un meno 32.856 € al giorno rispetto al 2018. Circa 12m l’anno.

Nello specifico:
Movimento e ricavi dalle scommesse (dati Aams, schema nell’home), al 01 settembre 2019, rispetto al corrispondente periodo 2018, continuano a scendere e il danno erariale ad aumentare:

  • Il dato dei due totalizzatori è pari a –20,45%;
  • La quota fissa registra un +25,77% per un minor ricavo però di € 963.562;
  • Il movimento dalle scommesse a riferimento segna un –43,20%;
  • Il minor ricavo giornaliero (tot ippico+ tot nazionale+quota fissa+riferimento) è di € 32.856, pari a un meno  11.959.563 in proiezione annua;
  • Il danno erariale è di € 4.151.449 pari a – 18,77% rispetto al 2018;

Per il 9-10 settembre è prevista, presso il centro ippico Etrea, l’asta Its.
Come è possibile, dopo l’analisi delle cifre sopraesposte, un futuro piuttosto nebuloso in fatto di montepremi, senza programmi e nel buio più totale, che allevatori e operatori del settore possano affrontare un’asta a cuor leggero.
Investire nel settore sembra un’impresa piuttosto ardua, resta comunque il sogno, la ricerca del “campione” che agli ippici veri fa ancora sperare.

O.I.I.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *