Mipaaf – società di corse: nulla di fatto
5 ottobre 2018
Enrico Tuci interviene sui soliti noti. Annullato il convegno a Capannelle, rinviato il Turilli
7 ottobre 2018
Mostra tutto

Salvatore Minopoli interviene sul ritardo dei pagamenti. Ballardini a gamba tesa. Domani a Capannelle un interessante Turilli

bellissimo abbraccio tra Salvatore Minopoli ed il figlio Ferdinando

bellissimo abbraccio tra Salvatore Minopoli ed il figlio Ferdinando

Riceviamo e pubblichiamo da Salvatore Minopoli una lettera che rappresenta tutto il disagio di un settore ridotto alla disperazione senza conoscerne il motivo:

Buongiorno e scusate il disturbo,
in allegato potete notare la situazione del c/c attuale della società di allenamento Team Minopoli S.r.l. di Salvatore.
Gentilmente volevo chiedere cosa debbo rispondere ai 15 collaboratori che a tutt’oggi non ho bonificato la mensilità di settembre, al fornitore di paglia e fieno che non ho pagato le fatture e giustamente si è fermato a fornirmi il cibo per i ns amati e coccolati cavalli da corsa per il semplice motivo che anche loro hanno bisogno di gasolio per viaggiare, idem i fornitori di avena e mangimi, i fornitori di gasolio per permettere di viaggiare per l’Italia ed estero sempre ai ns amati cavalli, ecc…..
Quindi ora vi pongo una semplice domanda siamo arrivati al punto di essere anche denunciati per il Benessere-animale?
Giusto no?
Perché volevo ricordare che non percepiamo le fatture già corrisposte dei premi di Gennaio 2018 e che sul sito Sian non ancora sono state messe in pagamento, per non dire dei rimborsi iscrizioni G.P. 2012/2018 che ricordo per chi non lo sa sono soldi che versiamo e dovrebbero essere distribuiti ai primi 5 classificati, dei premi classifiche tris 2017,ecc…
Poi volevo ricordare che esiste in Italia il pagare le tasse e questo Team fa parte di quelli “stronzi” d’imprenditori che li pagano con gli interessi perché purtroppo per pensare ad andare avanti si rimanda il pagamento, per poi essere giustamente controllati e pagare le dovute more, a differenza di chi non paga e quindi non viene controllato perché è un altro tipo di percorso trasparente che esiste in Italia.
Un’altra domanda che pongo è giusto che un semplice operaio con il mensile che deve ricevere gli basta giusto per sopravvivere debba anche aspettare?  Chi dà gli interessi a loro?
Ma scusate ancora se pongo un’ulteriore domanda, forse siamo su scherzi a parte?
In attesa di Vs cortesi risposte.
Saluto Cordialmente
Team Minopoli S.r.l.
Salvatore Minopoli

Vittorio Ballardini a gamba tesa

“C’è poco da commentare, l’ippica non la salva nemmeno Murri ormai siamo al si salvi chi può! Maledetti chi l’ha portata allo sfascio, maledetti coloro che hanno fatto gli affari loro, maledetti i burocrati che ci hanno spinto nel burrone sapendo che la fine era certa e infine, maledetti noi ippici che siamo un popolo che non è mai riuscito a essere in pace con se stesso!” (Vittorio Ballardini)

GRAN PREMIO TURILLI   Gp. 1   Mt. 2100  € 110.000
1   TIMONE EK                   A. GOCCIADORO
2   DEIMOS RACING        R. ANDREGHETTI
3   TESTIMONIAL OK       V.P. DELL’ANNUNZIATA
4   URLO DEI VENTI          R. VECCHIONE
5   SUPERBO CAPAR        Fr. FACCI
6   SUGAR RAY                  Fed. ESPOSITO
7   SHOMAR                       A. GUZZINATI
8   SONIA                             René LEGATI

La 58^ edizione del Gran Premio Gaetano Turilli si prospetta piuttosto interessante soprattutto per la presenza di due campioni che hanno lasciato un segno nella storia più recente del nostro trotto, Urlo Dei Venti e Timone Ek. Il pupillo di Stefano Simonelli torna in pista dopo una sosta forzata di quattro mesi per un doping che l’ha privato della vittoria riportata in 1.10.5 sul doppio chilometro nell’Oslo Gran Prix.
La prolungata assenza dalle piste e quella del suo compagno di avventure Enrico Bellei, costretto a uno stop per un incidente in corsa, non dovrebbero pesare sulla prestazione del figlio di Mago D’Amore. Si sa che ha lavorato bene e si ha piena fiducia sul sostituto di Enrico, Roberto Vecchione. Vale la pena di ricordare che nel palmares di Urlo figurano diversi gruppi 1, si va dall’Allevatori a due anni al Lotteria a cinque passando per il Marangoni, l’Europa e il Continentale, senza tralasciare la splendida vittoria del Luxembourg.
Timone Ek quanto a successi classici non è da meno di Urlo. il potente figlio di Mr Vic, vincitore della scorsa edizione, è al rientro da circa due mesi che dovrebbero essere serviti a risolvere i problemi di respirazione che lo hanno afflitto e che sicuramente ne hanno condizionato il rendimento nel Città di Montecatini nel quale era atteso a una buona prova dopo il successo a tempo di record nel tarantino Due Mari. Anche di Timone si sa che in lavoro ha soddisfatto pienamente il proprio team e che vien presentato con fiducia.
Più di un terzo incomodo deve essere considerato Deimos Racing. L’allievo di Bondo, che torna a far coppia con Roberto Andreghetti, rispetto ai diretti avversari ha una forma più rodata, viene, infatti da un Campionato Europeo in cui ha confermato appieno quanto di buono aveva già mostrato nel Città di Montecatini.
A ridosso dei tre gli altri due della premiata ditta Gocciadoro, Testimonial Ok, anch’esso in bella evidenzia nel Campionato Europeo, e Sonia, reduce da un ottimo terzo posto nel Freccia d’Europa. Soprattutto la portacolori della Indal, per la condizione palesata nelle ultime uscite, può sperare di andare a premio, e ciò nonostante il numero in seconda fila.
Completano il campo un Superbo Capar meno esplosivo di un tempo, Sugar Ray che non ha carta recente, e Shomar messo male in partenza e mai vincente in contesti come questo.

Fral

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *