Obbiettivo raggiunto!
9 Novembre 2019
Oggi si scoprono le carte? Dopo 10 anni Montegiorgio torna nell’Albo del Palio grazie ad un magistrale Cokstile
11 Novembre 2019
Mostra tutto

San Paolo: in scena il 31^ e intramontabile Palio dei Comuni “Lanfranco Mattii”

GRAN PREMIO PALIO DEI COMUNI L. MATTII  G. 1 Mt. 1600 E. 154.000

Trentuno anni e non sentirli. L’amore per il cavallo e il sano campanilismo sono la forza del Palio dei Comuni. Un’edizione quella di quest’anno che ha il pregio di non avere un favorito scontato, infatti tre sono i cavalli che a pieno diritto ambiscono al successo, ma allo stesso tempo il difetto di aver privilegiato la mera partecipazione a scapito dell’aspetto tecnico che dovrebbe essere il primo requisito di una prova di gruppo 1. Troppi ventisette comuni considerata la penuria di cavalli di prima categoria e troppo evidente il divario tra i cavalli veramente buoni e quelli che al massimo hanno frequentato qualche centrale o addirittura neanche quelli.
Siccome la corsa vera è la finale alla quale è stata destinata l’intera dotazione di 154.000 euro speriamo che i dodici che la disputeranno siano i più meritevoli.

PREMIO MONI MAKER 1^ BATTERIA Mt. 1600 E. 12.100
1     UFTEDMAR             M. DI NICOLA
2     VINCENT SM           M. MINOPOLI Jr
3     RAISSA SERE           D. CANGIANO
4     VISA AS                   A. GOCCIADORO
5     SHIVA FERM           L. BECCHETTI
6     COKSTILE                A. DI NARDO
7     VESNA                     René LEGATI
8     M.T. INSIDER          O. ALSEN
9     JEEPSTER                 G. RUOCCO

La prima è la batteria di Cokstile, il vincitore del Nazioni che una quindicina di giorni fa ha provato la pista vincendo a tempo di record.
Il numero sei da regolamento è il peggiore che gli poteva riservare la sorte, ma alla fine proprio quello che ci voleva per tirarsi fuori dalla fase infuocata della partenza e poi andare subito a chiedere e ottenere strada. La carta recente direbbe che l’avversario più temibile è Vincent Sm, vincitore del Freccia dove ha battuto Arazi Boko. Nella circostanza però l’allievo di Mario Minopoli dovrà vedersela con la racchetta che affronta per la prima volta e con soggetti, in particolare le due di Gocciadoro Visa As e Vesna, che potrebbero saltarlo in partenza. Tra gli altri occhio ai due svedesi anche se sono messi male in partenza. Più in margine Uftedmar, Raissa Sere e Shiva Ferm.

PREMIO PASCIA’ LEST 2^ BATTERIA Mt. 1600 E. 12.100

1     VANESIA EK                         P. GUBELLINI
2     POCAHONTAS DIAMANT   A. GOCCIADORO
3     TOSCARELLA                       Luca FAROLFI
4     PANTERA DEL PINO            René LEGATI
5     BILLIE DE MONTFORT         G. GELORMINI
6     ZOOPER                               A. DI NARDO
7     VANGUARDIA                      A. DI NICOLA
8     VICTOR BEBO                      L. BECCHETTI
9     PRIMAVERA AS                   D. CANGIANO

La seconda batteria si colora di rosa infatti su nove al via sette sono femmine.
Billie De Montfort e Pantera Del Pino le protagonista annunciate. L’allieva di Guarato che ha frequentato il circuito classico francese con ottimi risultati con il passare degli anni è diventata molto competitiva anche sulla breve distanza. Se la cava bene in partenza e sa anche agire in costruzione. Ha sorteggiato il numero al largo di Pantera Del Pino che a nostro avviso è l’avversaria più temibile dato per scontato che riuscirà a saltare la pur veloce Vanesia Ek che si avvia alla corda e che è un’altra candidata alla finale. La portacolori della Indal al rientro nella prova di preparazione al Palio ha destato un’ottima impressione cedendo solo in prossimità del palo a Cokstile dopo aver condotto a tutta birra fina dal via. La citata Vanesia Ek è quantomeno una piazzata, al pari dell’altra targata Gocciadoro Pocahontas Diamant. Piuttosto dura per gli altri.

PREMIO DRYADE DES BOIS 3^ BATTERIA Mt. 1600 E. 12.100

1     VERNISSAGE GRIF          G. RICCIO
2     ARAZI BOKO                   A. GOCCIADORO
3     VON WISE AS                 A. GUZZINATI
4     UISCONSIS VOL              René LEGATI
5     VENANZO JET                 L. BECCHETTI
6     UNNO DEL DUOMO       A. GREPPI
7     ZABAIONE SPAV            A. DI NARDO
8     VAN HELSING FONT       M. CHELI
9     ORION TILLY                   G.P. MINNUCCI

In questa terza batteria con il due di pettorale Arazi Boko dovrebbe fare corsa a sé e magari anche velocità in vista della finale. La prova  fornita dal figlio di Varenne nel Freccia ha fatto storcere il naso a molti, ma secondo noi si è trattato di un semplice incidente di percorso. Il cavallo ha lavorato molto bene giovedì e la fiducia del Team è intatta. Dietro Arazi, sulla base dei progressi riscontrati a livello di carattere e del numero alla corda, si può ipotizzare Vernissage Grif come seconda forza. Merita credito anche Unno Del Duomo che non è messo benissimo in partenza ma non è mai andato così forte. Altri possibili finalisti sono Von Wise As, Orion Tilly e Venanzo Jet.

Fral

GRAN PREMIO SAN PAOLO G. 3 Mt. 1600 E. 44.040

1     ZILATH                             A. GUZZINATI
2     ZIGULI DEI GREPPI          A. GREPPI
3     ZOE GRIF ITALIA             M. BARBINI
4     ZEFIRO D’ETE                  G. DI NARDO
5     ZIMA JET                         D. BATTISTINI
6     ZECCHINODORO FKS      M. MINOPOLI Jr
7     ZAP DI GIRIFALCO          A. DI NARDO
8     ZEALAND AS                   Renè LEGATI
9     ZUID AFRIKA JABY          E. BALDI
10     Z ARRAZZA ITALIA        P. GUBELLINI
11     ZAFFIRO TOP                M. DI NICOLA
12     ZOELLO                         Luca FAROLFI

Un San Paolo tecnicamente modesto quello di quest’anno, infatti i grossi calibri della generazione hanno disertato l’appuntamento.
Il numero di pettorale, la partenza in racchetta e la distanza breve inducono a pensare che sia Zefiro D’Ete il più indicato a vestire i panni del favorito.
Il figlio di Mago D’Amore e Isotta Fraschini da quando è approdato in Campania nelle scuderie di Squeglia successo dopo successo è cresciuto fino a conquistare il terzo posto nel Triossi di Zacon Gio, quindi a vincere il Città di Cesena e a piazzarsi ancora al terzo posto nel Gran Premio Giuseppe Biasuzzi all’ultima uscita.
In partenza dovrà vedersela soprattutto con Zoe Grif Italia e se non le andrà davanti potrà scendere alla corda e giovarsi dell’andatura che la figlia di Ready Cash,per come la conosciamo, non farà mancare.
Nel caso in cui riuscisse lui a sfilare sarà dura per non dire impossibile batterlo.
Non nuovi a questi livelli, ma non ancora protagonisti in assoluto Zap Di Girifalco e Zealand As. Entrambi sono reduci da prestazioni che ne attestano l’ottima condizione.  Zap resta su un primo piano siglato a Napoli in 11.8 battendo tra gli altri Zecchinodoro FKs e Ziguli Dei Greppi che ritrova oggi. E’ un soggetto solido, in grado di rendersi pericoloso nonostante il numero di partenza non sia dei migliori. Zealand As deve vedersela con il peggiore dei numeri, l’ultima volta però a Bologna ha dimostrato di saper agire anche  allo scoperto.
Zilath non vince da più di un anno ma corre sempre bene a questi livelli, nella circostanza con il numero alla corda si prenota quantomeno per un piazzamento obiettivo che è alla portata anche di Zuid Afriha Jbay che si avvia proprio dietro l’allievo di Andrea Guzzinati e di Ziguli Dei Greppi soprattutto se riuscirà a scavarsi un posto alla corda. Speranze molto più limitate per Zima Jet, Zarrazza Italia, Zaffiro Top e Zoello.

Fral

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *