Napoli chiede al Ministro fatti e non parole. Basta con i cantori a gettone
31 Gennaio 2019
Napoli: lotta per la sopravvivenza
2 Febbraio 2019
Mostra tutto

Sciopero, le categorie campane tirano dritte

Continua lo sciopero dell’Intercategoriale Campana poiché nessun documento a firma del Ministro è apparso per garantire che il 2018 sarà pagato entro marzo 2019.

Nessuno vuole assumersi la responsabilità politica di mantenere le promesse fatte negli incontri del 2018 a cominciare dal Ministro fino a scendere alla Saltamartini e agli altri dirigenti, e al povero Di Genova che non sa più che pesci prendere.

La cosa assurda è che la promessa dei pagamenti a 90 giorni è stata fatta, con tanto di lettera firmata dal Ministro, agli ippici stranieri che verranno a correre in Italia le corse di gruppo al galoppo.(all.1)

Perché lo slogan “Prima gli Italiani” non vale per l’ippica?

Intanto dopo l’incontro tra il Comune e Hippogroup la situazione di Capannelle è sempre più esplosiva: a Febbraio non si corre, come affermiamo da mesi, ed è pure stato messo per iscritto dalla stessa Hippogroup in una richiesta al Ministero nel 2018.

Ma allora chi è stato il genio della lampada che ha convinto l’estensore del calendario 2019 a inserire Roma nei primi due mesi?

Cosa c’è sotto?

Chi risponderà del danno milionario causato alla filiera ippica per questo errore?
Che fine faranno i soldi del montepremi di gennaio e febbraio non erogati agli ippici?

E ancora che fine ha fatto il montepremi degli ippodromi chiusi nel 2018, Palermo innanzitutto?
In quale voce di bilancio sono stati inseriti?
Soldi scippati a chi sta scioperando per un pezzo di pane e non è pagato da mesi di quanto gli spetta per le corse vinte in pista.

Il Ministro queste cose le sa?

Questa volta certamente non basteranno le false promesse dei cantori a gettone a far cessare uno sciopero che su l’esempio delle categorie campane deve coinvolgere tutti gli ippici italiani, molti dei quali continuano vergognosamente a vendersi per un piatto di lenticchie.

(Francesco Gragnaniello, Mario Minopoli, Marco Folli, Nicola Merola, Raffaelle D’Alessandro, Marcello Vecchione, Leonardo Vastano)

All.to 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *