Oggi al via a Firenze il 72° G.P. Duomo
2 dicembre 2018
Addio Tomaso
4 dicembre 2018
Mostra tutto

Settimana importante per l’ippica. Uno splendido Urlo dei Venti conquista il Duomo

un bellissimo Urlo dei Venti

Un bellissimo Urlo dei Venti

Dovrebbero concludersi nel bene (speriamo) o nel male le vicissitudini degli ippodromi.
Appurato che non vedranno i soldi, almeno sperano di avere un documento, fattura, non solo emessa ma anche validata dall’UCB, dopo il via libera della Corte dei conti.

Saranno presentati al Senato gli emendamenti del governo alla legge finanziaria, e leggeremo se quanto da noi ipotizzato inizia a realizzarsi.

Due considerazioni in caso di presentazione dell’emendamento “ippico”:

  • Assisteremo come nel caso di SNAITECH che molti diranno “lo avevamo previsto”, nessuno, tranne noi, aveva anticipato il contenuto del 14 novembre a Milano (anzi i passatori di veline avevano sbeffeggiato) e nessuno ha anticipato quello che succederà in settimana.
  • Questa decisione è stata presa da molto tempo, almeno settembre, e in questo caso qualcuno ha raccontato a tutta la filiera molte “balle”.

Infine un plauso al Conte Melzi, che dall’alto della sua esperienza e arguzia ha in se anche doti divinatorie, infatti, il giorno stesso della pubblicazione del decreto sui controlli 2017 da decidere con sorteggio, confidò ad alcuni che Torino sarebbe stato sicuramente estratto: puntualmente all’estrazione di giovedì Torino è stato estratto!
Potenza e trasparenza della famosa mano “vergine.

RedBlack

GRAN PREMIO DUOMO Gp. 1 Mt. 1600 E. 154.000

1°   4  URLO DEI VENTI      A. GREPPI             10.5
2°   1  SANTIAGO D’ETE    Santo MOLLO       10.8
3°   3  URAGANO TREBI’   R. VECCHIONE       10.8
4°   8  UA HUKA                  Renè LEGATI          10.9
5°   5  ARAZI BOKO           A. GOCCIADORO   10.9

Un Urlo Dei Venti tirato a lucido quello che con un percorso da record, della corsa e della pista, si aggiudica il 72° Gran Premio Duomo. Sfila su Santiago D’Ete che al via aveva contenuto Peace Of Mind e da quel momento in poi non c’è più storia. Dopo un 26.7 per il primo quarto rifiata nel secondo per poi darsela a gambe.
Dopo un giro ci prova Arazi Boko, ma a quel punto è piuttosto evidente che si tratta solo di un tentativo velleitario. In arrivo mentre Urlo spazia in avanti, Santiago D’Ete mantiene nettamente il secondo su Uragano Trebi’ finito forte da dietro a centro pista. Buono anche il finale di Ua Huka che chiude al quarto posto davanti a Arazi Boko. Peace Of Mind sempre nella scia di Santiago D’Ete sbaglia all’imbocco dell’ultima curva.

Dunque un Urlo Dei Venti in ottima condizione a riprova che la debacle del Turilli è stato solo un incidente di percorso che può capitare anche ai grandi, perché lui nella circostanza ha confermato che, se ancora ce ne fosse stato bisogno, è veramente grande cavallo.

Fral

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *