Domani al Mipaaf incontro delle categorie per le corse GD
17 Febbraio 2020
Mipaaf il verbale della riunione. Il giallo di Milano
19 Febbraio 2020
Mostra tutto

Stessa musica, stessi suonatori e siamo suonati. Televisione e comitato redazione

La ripetizione degli stessi gesti, l’atmosfera giusta e un buon libro, possono aiutare i bambini ad abbandonarsi al sonno più serenamente
È quanto sostengono alcuni psicologi, ed è, in effetti, quanto avviene giornalmente nell’ippica.
Molti ci ripetono ossessivamente che l’unico futuro dell’ippica è stare nelle braccia dello stato perché solo così si potranno avere i soldi per sopravvivere e quindi in silenzio dobbiamo ringraziare e subire tutto.
Certo il distribuire i soldi alle società di corse è un obbligo di legge (169/1998) ma farlo su parametri svincolati dai servizi, svincolati da investimenti minimi necessari, svincolati da certezze per il futuro ed ora anche in anticipo su parametri ignoti è un paradigma che si sta ripetendo da molti anni.
Le scommesse calano, il totalizzatore viene cannibalizzato dalla quota fissa e gli introiti ippici stanno scomparendo, il tutto anno dopo anno con metodica ripetizione.
Ministri, sottosegretari, unti del Signore, claque ministeriale ripetono con tranquillità che i pagamenti saranno accorciati, di non aver paura stiamo lavorando per voi.
Da anni la stessa musica, i suonatori talvolta sembrano diversi ma lo spartito è lo stesso, i suonati sono sempre dentro la filiera ippica, ma prima o poi anche il coniglio ruggisce.

Televisione e comitato di redazione

Corrisponde al vero che al Mipaaf esiste un comitato di redazione che ha l’ipotetico controllo della TV ippica?
Certo la composizione è più segreta dei segreti di Fatima, ma non potrebbe prendere posizione su quanto accaduto sui fatti di Milano e relative censure?
Silenzio assoluto.
Certo pretendere che la mano destra litighi con la sinistra è troppo.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *