La paura fa 90
14 Settembre 2020
Tavoli e sedie
18 Settembre 2020
Mostra tutto

Tavoli, documenti e concerti

Per un inciso della Ministra si sono aperte le porte dell’Ikea e gli storici falegnami ippici hanno iniziato a costruire il tavolo.
In fin dei conti nessuno si è posto la domanda base: sarà un tavolo per ascoltare o per comunicare qualche decisione?
Al tavolo ha fatto subito seguito il proclama del documento per l’unità dell’ippica.
Immancabile.
L’unità è necessaria sull’unico argomento di interesse comune: la sicurezza delle risorse.
Per il resto esistono due gruppi ben distinti: la maggior parte degli ippici chiedono a gran voce una riforma radicale del comparto e un’esigua minoranza che si aggrappa a mantenere la status quo, in quanto solo in un sistema inefficiente, gli inefficienti campano.
Quindi unità impossibile ma due strade ben distinte.
Intanto imperterriti a Firenze vanno avanti ad organizzare i futuri concerti in ippodromo.
Il contratto con il Ministero non lo permette? Fa nulla, tanto nessuno controllerà e ci si affida al politico amico per superare gli ostacoli.
Gli amici al Mipaaf metteranno buone parole e chi se ne frega dei cavalli e dello stato delle piste.
In fin dei conti dalle piste per correre alle piste per ballare il passo è breve ma può essere pericoloso.
Redandblack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *