Se Il Mipaaft non cambia strategia da oggi stop ai partenti. A fil di palo Belina Josselyn conquista il Gran Prix d’Amerique
28 Gennaio 2019
Il Mipaaft non cambia strategia, continua lo stop ai partenti
30 Gennaio 2019
Mostra tutto

Trasparenza, non riguarda il Mipaaft. Vittorio Ballardini a gamba Tesa

Ogni giorno che passa diventa sempre più evidente che solo chi ha a cuore l’ippica italiana e non ha paura di prendere posizioni anche forti può salvarla contro la deriva miope e disfattista del MIPAAFT.

Nel giorno in cui non vengono dichiarati i partenti a Napoli per protestare contro i vergognosi tempi di pagamento che si allungano nonostante le promesse autunnali, devono essere sottolineati alcuni fatti:

  • E’ stato pubblicato il decreto con le modifiche al calendario di febbraio, ma nessuno ha cancellato le giornate di ROMA come chiaramente espresso nella lettera inviata al Mipaaft da Hippogroup e tutto ciò porterà ad ulteriori perdite di montepremi per un totale pari a 1.250.000 euro. Ci piacerebbe sapere a quale voce di bilancio saranno destinate;
  • Ieri ha aperto l’ufficio UCB, ma non per spedire i bonifici, ma solo per iniziare la lavorazione, quindi i pagamenti di settembre arriveranno a inizio marzo (180 giorni);
  • E’ sempre più manifesta l’incompetenza tecnica degli attuali quadri del ministero incapaci di formulare corse credibili, trasparenti e spettacolari, come testimonia il continuo calo del movimento delle scommesse.

Perché se una società chiede di non avere giornate, come chiaramente espresso nella lettera di HIPPOGROUP, questa non viene accontentata? Chi ha interesse a dire bugie sulla situazione di Roma?

Tutto questo aggrava la situazione già tragica.

Sappiamo per certo che il nostro mondo è pieno di falsi ippici e speculatori pronti a fare i propri interessi, in spregio agli ippici che tutti i giorni si alzano alle 5 per preparare i cavalli.

A tutti questi che sono la zavorra che sta facendo affondare il settore noi diciamo un semplice concetto:

Non molleremo, senza di noi le corse non esisterebbero.

Questa volta non ci faremo strumentalizzare dai soliti speculatori che con la scusa di controllare le categorie si presentano al Mipaaft solo per chiedere favori personali, fregandosene del bene dell’ippica.

(Marco Folli, Francesco Gragnaniello, Mario Minopoli, Marcello Vecchione, Nicola Merola, Raffaele D’Alessandro)

Vittorio Ballardini a gamba tesa

Che fine ha fatto la commissione (minuscolo) che doveva mettere ordine e curare la malattia. Come al solito la burocrazia la fa da padrone e questo è un alibi per non fare nulla! Santi in paradiso non ne abbiamo, gli italiani sono un popolo di buonisti e allora avanti come sempre! L’unica arma che abbiamo è l’astensione a tempo indeterminato forza Napoli, gli unici ad avere le palle! Viva l’ippica. (Vittorio Ballardini)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *