In scena alla Maura il G.P. Encat
16 Febbraio 2020
Corse gentleman, il parere dei guidatori campani
16 Febbraio 2020
Mostra tutto

Trenno: domande, risposte e il colpevole. 

Scene imbarazzanti all’ingresso delle piste di allenamento del galoppo nel comprensorio di San Siro.

Dopo un lungo braccio di ferro sul nuovo contratto d’uso delle piste, al mattino gli allenatori hanno trovato chiuso cancelli delle piste con un lucchetto.
Qui è cominciata la scena imbarazzante (tutto ripreso con video), il trainer Grizzetti ha più volte chiesto in tono pacato ed educato ai vertici di Snaitechm schierati quasi al completo, chi avesse messo il lucchetto incriminato.
Domanda legittima cui è seguito un silenzio senza senso di Snaitech, come se nessuno sapesse chi fosse il “colpevole“.
Certo l'”ignoranza” da parte degli allenatori è comprensibile ma che non lo sapessero i vertici di Snaitech, poiché nessuno rispondeva, è risultata incomprensibile.
Il silenzio può essere spiegato con la paura? La timidezza? L’incompetenza?
Comunque tranquilli, grazie al nostro fiuto per le notizie siamo riusciti a scoprire il colpevole e il suo complice.
È stato il Coniglio Pasquale che ha saputo dell’ipotesi pensata dai vertici di Snaitech di costruire il più grande villaggio pasquale di tutta Europa sui terreni dell’ippodromo.
Con l’aiuto di Babbo Natale, già scottato dall’imbarazzante villaggio natalizio, ha chiuso i cancelli.
Un atto poco carino, ma si è giustificato dicendo che non è possibile lasciare che Snaitech massacri i sogni i tutti i bambini milanesi in ogni festa importante.
L’unica rappresentazione che risulta essere ben riuscita è quella di “Pinocchio” con il Gatto e la Volpe presenti ma non parlanti e il protagonista Pinocchio a cui si allunga il naso ad ogni intervista in cui non dice la verità agli ippici.

La commedia/tragedia purtroppo continuerà con i cavalli tristi spettatori.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *