Rinnovi, ricerche, retropensieri e rallegramenti
11 Gennaio 2020
Brevi dall’ippica, le solite pillole
13 Gennaio 2020
Mostra tutto

Un colpo al cerchio e un colpo alla botte

Cambia dove si colpisce ma chi viene colpito è sempre il montepremi.
Sembra una staffetta tra premi aggiunti ieri è aumentato quello del galoppo oggi è toccato a quello del trotto, ora rilancerà ancora il galoppo? Unico comune denominatore le sigle degli allevatori.
Certo alcune cose scritte e alcune dette a voce destano lo sconcerto.

Cose scritte

Nella variazione del regolamento che amplia la platea degli aventi diritto al premio aggiunto, per premi in Italia e all’estero, si legge che tali soldi, con le percentuali già scritte, saranno liquidati se esisterà la copertura finanziaria.
Chi verrà pagato se i soldi non basteranno, nessuno sa quanto è la somma stanziata, chi l’ha vinti in Italia, o all’estero, chi avrà inoltrato la domanda per primo, misteri.

Cose dette

Nella trasmissione Ippica Domani si è sentita una cosa incredibile, cioè che la richiesta del calendario semestrale è stata inoltrata da ANG e accettata dal MIPAAF per fugare i dubbi sul taglio di giornate e sul premio aggiunto.
A prescindere che il calendario lo possono compilare anche per il prossimo decennio ma i soldi la tesoreria unica li mette a disposizione mensilmente, max  bimestrale, quale è il vantaggio di tutto questo?
Tranquillizzare tutti per adesso, buttare la palla in avanti per restare in sella, e poi se mancheranno i soldi, i tagli saranno concentrati nel secondo semestre? Sembra assurdo.
Tutto questo è già successo, per altri motivi in anni precedenti con tagli sanguinosi nell’ultimo bimestre.
Sembra la politica degli struzzi, nascondere la testa per non vedere i problemi.

RedBlack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *