Il limite del ridicolo
29 Giugno 2020
Citazioni e cose …incredibili
1 Luglio 2020
Mostra tutto

Vitruvio e Cokstile accoppiata italiana a Kouvola

di Historicus

Accoppiata per i colori italiani sabato a Kouvola nel Kymi Grand Prix (Gruppo I, Euro 170.000, metri 2100), corso alla presenza di 407 spettatori per le restrizioni anti Covid-19 decise dal governo finlandese che limitano a un massimo di 500 persone l’affollamento.
In una giornata molto calda Handsome Brad ha preso la testa all’inizio della prima curva, con l’altro svedese Antonio Tabac che è sceso nella sua scia davanti a Moni Viking, già preparato  a spostare per avanzare a ottenere via libera ai primi 500 da 1.10.5, mentre Cokstile, controfavorito, ha puntato in avanti prevenuto dal favorito Vitruvio, che a sua volta ha rilevato il battistrada e compagno di training dopo 800 metri, affiancato dal norvegese, seguito in seconda corsia dal francese Blé du Gers; l’italiano è transitato al chilometro in 1.13, e dagli 800 finali l’avversario gli ha messo un po’ di pressione. In dirittura d’arrivo i due hanno lottato e Vitruvio (Adrian Chip-Tigre Om, da Zebu), con Björn Goop, ha respinto Cokstile, media di 1.11.6 per entrambi, 500 finali da  1.08.5 con un ultimo giro sul piede dell’1.10; Moni Viking, liberatosi dalla corda all’uscita dell’ultima curva, e Handsome Brad, risalito lungo la corda, si sono disputati il terzo posto, con il norvegese che ha avuto la meglio sullo svedese nei pressi del traguardo, 1.11.8 per entrambi, mentre Blé du Gers, che ha molto allargato, ha concluso quinto in linea da 1.11.9 quasi allo steccato opposto.
Per il 6 della Scuderia Pink & Black dei fratelli Miccichè, primo vincitore di questa corsa nato in Italia, è stata l’ottava vittoria di Gruppo I della carriera, la terza nel Nord Europa dopo quelle nell’Oslo Grand Prix e nel’Ulf Thoresen Grand International 2019.

Favoriti a segno nelle finali della prima E3

Sabato a Bergsåker erano in programma le finali della prima E3, quelle sulla media distanza.
Nell’E3 Final – Ston (Gruppo I, SEK 1.900.000, metri 2140), Chablis Ribb è andata al comando su Florist in 150 metri scarsi, mentre la favorita Barbro Kronos, in terza ruota, ha puntato in avanti scendendo ai fianchi della battistrada e venendo poi aggirata dall’italiana Bank Wise As per tornare allo scoperto al passaggio (primo chilometro in 1.13.4 dopo i 500 iniziali da 1.12.2); ai 900 finali ha mosso in terza ruota dalla terza pariglia la controfavorita Loaded Maria; in dirittura d’arrivo, Barbro Kronos (Trixton-Fama Currit, da Viking Kronos), con Erik Adielsson per Svante Båth, ha preso la meglio a media di 1.13.8, avvicinata (incollatura) da Malvha Ha(Maharajah) 1.13.9, liberatasi all’uscita dell’ultima curva per battere Chablis Ribb (Raja Mirchi), in linea con la quale sono finite l’italiana Bank Wise As (Muscle Hill), Florist (Wellino Boko) e Honey Mearas (Readly Express), 1.13.9 per tutte.
Per la vincitrice, terzo successo in 4 corse nel 2020, quarto della carriera in 5, con vincite salite a SEK 1.225.000.
Nell’E3 Final – Hingstar/Valacker (Gruppo I, SEK 1.900.000, metri 2140) per i maschi e castroni, Despot Power è andato davanti in 250 metri su Global Bookmaker, in corda, con il controfavorito Maestro Zon che è sceso terzo e il favorito  Global Badman impegnatoallo scoperto; dopo i primi 500 da 1.10.9, il leader è arrivato al chilometro in 1.16.9 e negli ultimi metri Global Badman (Yield Boko-Karalta Bye Bye, da Donato Hanover), con il suo trainer Daniel Wäjersten, ha preso la meglio (½ lunghezza) su Despot Power (Readly Express), 1.13 per entrambi la media; terzo Furies Rain (Muscle Hill), 1.13.1, quarto alla corda sul percorso e liberatosi all’inizio della dirittura d’arrivo, poi Maestro Zon (Readly Express), 1.13.1, Vici Volantes (Orlando Vici), 1.13.2, e Global Bookmaker (Broadway Hall), 1.13.2.
Per il vincitore, terzo successo consecutivo in 5 corse quest’anno, settimo della carriera in 11, con vincite salite a SEK  1.920.500.
Nella Klass I, Final (SEK 445.500, metri 2140), l’italiano Vaduz Wise As (Donato Hanover-Lovely Fame, da Varenne), favorito con in sulky Jorma Kontio per il training di Timo Nurmos, ha spostato dalla seconda pariglia passati gli 800 finali e ha preso la meglio sul battistrada Redhot Tap Dancer (primi 500 da 1.08.7, chilometro in 1.11.9) poco dopo i 400 per vincere facilmente a media di 1.12.4 con 2 lunghezze e ½ di vantaggio su Whelk, 1.12.7.
Per il 6 anni di proprietà olandese, è stata la terza vittoria, seconda a seguire, in 4 corse nel 2020, la 14ª della carriera in 28, con vincite salite a SEK 784.764.

Zarenne Fas domenica a Jarlsberg

Domenica a Jarlsberg, in Norvegia, si corre l’Ulf Thoresen Grand International, nel quale sarà al via Zarenne Fas, portacolori dell’Avvocato Francesco Gragnaniello allenato in Svezia da Jerry Riordan.

ULF THORESEN GRAND INTERNATIONAL
Gruppo I, NOK 505.000, metri 2100

  1. MADELEN L.T.C. – Eirik Høitomt
  2. BLE DU GERS (FR) – Vidar Hop
  3. FERRARI B.R. – Per Oleg Midtfjeld
  4. EVIL ENOK M.E. – Noralf P. Brækken
  5. TSUNAMI DIAMANT (DE) – Robin Bakker
  6. FLORIS BALDWIN (NL) – Kristian Malmin
  7. ZARENNE FAS (IT) – Tom Erik Solberg
  8. LIONEL  – Gøran Antonsen
  9. GRETZKY B.R. – Magnus Teien Gundersen
  10. LOOKING SUPERB – Jomar Blekkan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *