Faranno danni fino all’ultimo minuto
26 Giugno 2020
Il limite del ridicolo
29 Giugno 2020
Mostra tutto

Vitruvio e Cokstile nel Kymi Grand Prix oggi a Kouvola

di Historicus

Sabato di Gruppo I nel Nord Europa. Oggi a Kouvola, si corre il Kymi Grand Prix, internazionale che ha iniziato la sua storia nel 1998 (vinse Dryade des Bois).
Comunicato nei giorni scorsi il forfait dello svedese Racing Mange, vincitore dell’edizione 2019, è alto l’interesse in prospettiva italiana per la presenza di due dei nostri migliori rappresentanti, Vitruvio e Cokstile, che fanno parte dell’élite del trotto europeo
L’indigeno della Scuderia Pink & Black, alla ricomparsa dal quinto posto nel Grand Prix de France, seguito all’identico piazzamento nell’Amérique, ha rotto sull’ultima curva nella Copenhagen Cup ed è stato poi impegnato, in un forsennato duello tra Björn Goop e Jorma Kontio,  all’esterno di Elian Web nel primo giro dell’Oslo Grand Prix, dovendo poi cedere in arrivo al francese Blé du Gers, che ritrova oggi, e al tedesco Tsunami Diamant, con una prestazione comunque importante.
L’importato norvegese della Scuderia Santese, assai cresciuto di rango dopo l’acquisto da parte della formazione italiana, viene da un’Elitloppet corso da protagonista, con una batteria vinta dopo percorso allo scoperto, ripetuto nella finale nella quale è stato battuto solo da Propulsion che ha fruito di un percorso meno dispendioso.
Vitruvio è senz’altro meglio sistemato e potrebbe riuscire a sfilare presto a condurre, mentre Cokstile dovrà districarsi dalla seconda linea, ma si è visto che agire in costruzione non lo limita.
Entrambi sembrano quindi in possesso di una buona chance.
Blé du Gers ha vinto l’Oslo Grand Prix, ben servito dal “folle”primo chilometro (in 1.07.1 secondo il cronometraggio  ufficiale, da altri misurato comunque ben al di sotto  dell’1.09), però ha fatto la sua parte trottando i 2100 metri a media di 1.10. Va detto anche che i francesi hanno finora fatto la parte del leone in questa corsa,  con dieci vittorie in ventidue edizioni.
Il secondo norvegese in campo, Moni Viking, è in consistente ascesa, come testimoniano i cinque successi su cui resta, tre in Francia, gli altri due nel Nord Europa, l’ultimo nell’Harper Hanovers lopp la vigilia dell’Elitloppet, al record mondiale sulla distanza in pista da chilometro di 1.11.9 sui 3180.
Non vanno trascurati i tre svedesi. Antonio Tabac, che resta su due vittorie, e Makethemark hanno concluso al primo e al secondo posto (1.11.1 e 1.11.3 sui 2140) nel Norrbottens Stora Pris a Boden. Handsome Brad, terzo qui l’anno scorso,  è tornato al successo all’ultima uscita nello Jämtlands Stora Pris a Östersund.
Chief Orlando, di scuderia finlandese, è il terzo esponente della generazione norvegese 2013 al via ed è reduce dal nulla di fatto nella prima batteria dell’Elitlopp. L’anno scorso si era ben comportato nel trittico internazionale di Finlandia, terzo nella Seinäjoki Race e nella Finlandia-Ajo, quarto nel Kymi Grand Prix.
L’unico finlandese di nascita in pista è Whole Lotta Love, allenato in Francia dove prima della squalifica all’ultima uscita aveva infilato tre vittorie, la seconda  a Vincennes al proprio record di 1.11.3 sui 2100 metri.

KYMI GRAND PRIX
Euro 170.000, metri 2100, Gruppo I

  1. Moni Viking (NO) – Pierre Vercruysse
    2. Blé du Gers (FR) – Jos Verbeeck
    3. Vitruvio (IT) – Björn Goop
    4. Makethemark (SE) – Santtu Raitala
    5. Handsome Brad (SE) – Carl Johan Jepson
    6. Whole Lotta Love – Philippe Daugeard
    7. Antonio Tabac (SE) – Olli Koivunen
    8. Racing Mange (SE) – non partente
    9 .Cokstile (NO) – Christoffer Eriksson
    10. Chief Orlando (NO) – Antti Teivanen

E i 3 anni nelle finali E3 a Bergsåker

Sempre oggi, ma a Bergsåker, in Svezia, sono in programma le finali della prima delle due E3 (quella sulla media distanza), serie per i 3 anni europei iniziata nel 1997 e itinerante fra sei ippodromi in Sveziai (gli altri  sono Eskilstuna, Gävle, Färjestad, Romme e Örebro).
All’E3 Final – Ston per le femmine, si sono qualificate le prime due e le due terze con il miglior ranking delle cinque eliminatorie corse il 15 giugno a Örebro e vinte da Finland (1.13.7) su Honey Mearas e Malvha Ha, da Loaded Maria (1.13.8) su Bank Wise As, da Florist (1.14.3) su Globalizer, da Barbro Kronos (1.13.9) su M.T.Perette e da Chablis Ribb (1.14.8) su Joy Alissa e Diones Smaragd.
Loaded Maria, che è imbattuta in cinque corse, e Barbro Kronos, tre vittorie e un terzo in quattro corse, sembrano le principali candidate alla vittoria, con Finland, le altre vincitrici e Honey Mearas come alternative. L’italiana Bank Wise As, che nell’eliminatoria ha fatto il suo debutto in Europa dopo carriera a 2 anni negli Stati Uniti, è l’unica non svedese al via nelle due finali.
All’E3 Final – Hingstar/Valacker per i maschi e castroni partecipano  invece i primi quattro di ciascuna delle tre eliminatorie corse il 15 giugno a Örebro e vinte da Global Bookmaker (1.13.3) davanti a Maestro Zon, Jeppas Unplugged e Natorp Bo, da Despot Power (1.13.5) davanti a Revelation, Selected News e Zack Bris e da Global Badman (1.13.7) davanti a Vici Volantes, Fire Piston e Furies Rain. Global Badman, che resta su due vittorie (sei in 10 corse), è il cavallo da battere per gli altri vincitori, per Maestro Zon, Selected News e Revelation, il laureato della Svensk Uppfödninglöpning 2019.

E3 FINAL – STON
SEK 1.900.000, metri 2140, Gruppo I

  1. Florist – Kevin Oscarsson
  2. Chablis Ribb – Leif Witasp
  3. Loaded Maria – Markus B Svedberg
  4. Finland – Janne Korpi
  5. Barbro Kronos – Erik Adielsson
  6. Bank Wise As (IT) – Ulf Ohlsson
  7. Joy Alissa – Fredrik Linder
  8. Diones Smaragd – Daniel Wäjersten
  9. M.T. Perette – Mattias Djuse
  10. Globalizer – Stefan Persson
  11. Honey Mearas – Johan Untersteiner
  12. Malva Ha – Örjan Kihlström

E3 FINAL – HINGSTAR/VALACKER
SEK 1.900.000, metri 2140, Gruppo I

  1. Global Bookmaker – Mattias Djuse
  2. Global Badman – Daniel Wäjersten
  3. Despot Power – Kim Eriksson
  4. Maestro Zon – Örjan Kihlström
  5. Vici Volantes – Ulf Ohlsson
  6. Jeppas Unplugged – Kaj Widell
  7. Selected News – Torbjörn Jansson
  8. Zack Bris – Oskar Kylin-Blom
  9. Revelation – Per Nordström
  10. Fire Piston – Rikard N Skoglund
  11. Furies Rain – Johan Untersteiner
  12. Natorp Bo – Erik Adielsson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *