Sab. Mag 25th, 2024

Il Parlamento , come ha già fatto in passato, tenta disperatamente di sollevare l’ ippica dal baratro attuale proponendo emendamenti i disegni di legge per la riforma ippica.

L’ ultimo in ordine di tempo è l’ emendamento che chiede un sostegno all’ allevamento dei cavalli sportivi equiparandolo all’ attività agricola così da ottenere benefici fiscali.

Certo l’ emendamento chiede il riconoscimento per solo tre anni e  collega l’ applicazione definitiva ad un evento che è paragonabile ad una eventuale corsa tra unicorni: il  riordino complessivo del settore ippico.

Come si dice “piuttosto che niente è meglio piuttosto”.

Anche il MASAF ha operato una grande novità, sul sito è apparsa la casella della DIREZIONE GENERALE DELL’ IPPICA.

Certo ad oggi la sola novità è che gli uffici ippici sono passati dalla denominazione PQAI6-PQAI7-PQAI8 a IPPICA1 -IPPICA2-IPPICA3.

Dunque siamo arrivati all’ 1,2,3 che ci richiama alla mente un famoso programma di scenette comiche condotte da VIANELLO e TOGNAZZI quando la televisione era ancora in bianco e nero. Sta di fatto che tutta l’ ippica non ha voglia di ridere, anzi…………..

REDANDBLACK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *