Mer. Feb 28th, 2024

Grande ottimismo serpeggia dalle Alpi alle Piramidi nel popolo ippico e la luce nell’ ufficio rimane accesa tutta notte.

Gli ippodromi saranno messi in riga su rigidi binari di efficienza e controllo delle spese,

7 mesi di premi in fattura saranno pagati entro dicembre, , la Consulta incomincia a dare i primi risultati e sarà varato il calendario biennale, balzo in avanti dei controlli antidoping!

Oddio certo per gli ippodromi se ne riparlerà nel 2025 e sarebbe clamoroso che nel maxi emendamento governativo spuntino nuove risorse per loro.

Ottimo per gli arretrati, l’ anno scorso a fine dicembre si arrivò a pagare fino a maggio, ora dai dati pubblicati si arriverebbe a fine giugno

Ma se è stato possibile a ottobre-novembre pagare 6 mesi perché da gennaio a settembre tutto era fermo al ritmo di 2 fatture al giorno? La trasparenze richiederebbe una spiegazione pubblica.

Certo la trasparenza richiederebbe di vedere pubblicato il verbale della consulta con presenti e argomenti discussi ma nulla si è visto, certo che senza avere certezze sulla copertura finanziaria per il 2025 i numeri sarebbero cifre scritte sull’ acqua.

Antidoping? 4 positivi settembre-ottobre 2022 e 4 positivi settembre-ottobre 2023, nulla di nuovo se non il tentativo di mettere sotto controllo il Comitato tecnico per evitare controlli sull’ operato dell’ ufficio inoltre iniziano le proteste dei veterinarie visto che le principali Associazioni Veterinarie non sono minimamente state coinvolte nella stesura del testo ,vedere comunicato FNOVI, ambedue gli tranquillamente lasciati cadere dai vertici MASAF.

REDANDBLACK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *