Sab. Lug 20th, 2024

Un atroce dubbio si sta formando nelle menti di quei pochi ippici che credevano di essere entrati in un nuovo scenario che prefigurava un rilancio e una nuova speranza,
Siamo all’ interno della vita reale o nel TRUMAN SHOW?
Per chi non si ricorda il film citato, è la storia di un personaggio che pensa di vivere in un mondo reale invece è all’ interno di un mondo costruito , attorniato da attori che concorrono a far scorrere la sua vita come vuole la regia del programma, il mare davanti ed il cielo sopra non sono enormi ma solo uno spazio angusto e molto limitato.
Questo è quello che ogni tanto ci sembra la nostra ippica, ci è stato prospettato un mondo nuovo ma ogni tanto scopriamo che siamo in un set chiuso e controllato da “registi” non troppo occulti ma che lasciano scarso margine di manovra all’ attore principale.
Certo hanno cambiato alcuni attori, i precedenti del resto erano da avanspettacolo, ma tutti sempre all’ intero del perimetro controllato da altri.
Guardiamo ad esempio la classificazione degli ippodromi.
Chi la farà?
Un gruppo di ippodromi presenti nella consulta eletti ovviamente dagli stessi ippodromi.
Quelli non eletti sono stati chiamati a far parte ugualmente del gruppone.
Quindi tutti presenti in prima persona o attraverso amici.
Tutti i nuovi attori ingaggiati da MASAF saranno presenti, ovviamente con i Consulenti universitari già protagonisti della riforma Castiglione.
Quindi un perimetro bel delimitato, senza vie di fuga o ampi orizzonti, con un copione già scritto e messo agli archivi a prendere polvere.
Poniamoci una domanda: A CHI SERVE AVERE UN IPPODROMO AL MEGLIO?
Risposta: Pubblico, scommettitori, Proprietari, allenatori, guidatori, fantini, cavalli, veterinari e funzionari.
Nessuno di questi soggetti è contemplato dal Decreto e avrà voce nel classificare gli ippodromi!
Quindi il copione sarà tra pochi soggetti, tutti che recitano una parte ben conosciuta con il nulla come margine di manovra.
TRUMAN SHOW o SCHERZI A PARTE?

REDANDBLACK

La morte non è
una luce che si spegne.
E’ mettere fuori la lampada
perché è arrivata l’alba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *