Sab. Lug 20th, 2024

Non vogliamo parlare di amene località balneari e il relativo mare prospicente ma di un mare oscuro e pericoloso: quello che si frappone tra il DIRE e il FARE.

Badate bene non  un mare d’ acqua salata ma è il MARE BUROCRATICO che tutto inghiotte e fa naufragare qualsiasi vascello.

Ci dicono degli ottimi risultati delle corse italiane all’ estero ma dati e numeri non si vedono.

Ci dicono che tutto è pronto per la rivoluzione ippica  ma di fatto non si muove foglia e l’ unico argomento che viene “fatto” è l’ aumento dei collaboratori.

Ci dicono del Convegno sull’ ippica a Modena vedremo se si “farà” la pubblicazione degli atti, perché nel 2022 il dott. Marcello Lazzeri, ippico a tutto tondo, senza nessuna sovvenzione ministeriale fece un convegno serio sul futuro dell’ ippica con pubblicazione degli atti ed invio degli stessi a tutti i vertici ministeriali e di governo.

Attualmente ci dicono tante cose sia i vertici politivi sia i vertici ministeriali sia gli “altoparlanti” collegati ai vertici, noi comuni mortali aspettiamo i FATTI rimanendo aggrappati al salvagente della passione ippica per non affondare nel mare burocratico.

REDANDBLACK

La morte non è
una luce che si spegne.
E’ mettere fuori la lampada
perché è arrivata l’alba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *