Sab. Lug 20th, 2024

Letto con interesse i criteri che porteranno ala redazione del calendario 2025.

Tutto corretto, peccato che riguardi solo una faccia della medaglia, cioè come distribuire al meglio i soldi a disposizione.

Ma dell’ altra faccia della medaglia, cioè come cercare di aumentare gli introiti dell’ ippica pare non interessi a nessuno.

Nessun accenno a quale potrebbe essere la migliore programmazione come distribuzione delle corse per tipologia e bacini d’ utenza per aumentare la scommesse e cercare di eliminare i buchi neri ed incrementare le entrate.

La logica è dare per scontato che i soldi arriveranno comunque e dunque in primis accontentiamo noi stessi e tralasciamo chi porta i soldi .

Quindi come al solito per fine anno, cappello in mano a chiedere di integrare le sempre meno generose risorse autoprodotte.

Sempre fiduciosi della partenza della “riforma quadro” preannunciata da tempo.

A dire il vero ad oggi il “quadro” dell’ ippica italiana è “l’ urlo di Munch”……….

REDANDBLACK

La morte non è
una luce che si spegne.
E’ mettere fuori la lampada
perché è arrivata l’alba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *